Una lobby per l’innovazione

E’ l’obettivo della nuova rivista, Inov’azione, presentata dal polo tecnologico di Navacchio

Gli anni della concorrenza cinese e della Confindustria di Luca di Montezemolo hanno portato alla ribalta il concetto di innovazione che dilaga su quotidiani e siti Internet in mille rivoli informativi.


E mentre arriva in edicola l'edizione italiana di Wired che punta a raccontare tutto quanto fa innovazione in Italia, un'altra piccola esperienza editoriale vuole dare voce all'ecosistema dell'innovazione.


Innov'azione è la nuova testata, cartacea e online (www.lobbyinnovazione.it) edita dal Polo tecnologico di Navacchio (Pt) che vuole raccontare cosa succede nei parchi tecnologici italiani, le start up che stanno nascendo, i problemi che incontrano. Un mondo in fermento che non è ancora riuscito ad avere uno stabile rapporto con l'universo delle aziende.


Cinquemila copie di tiratura inviate a una mailing selezionata di istituzioni, associa zio, imprese e media accompagnano il sito dove è possibile scaricare in pdf l'ultimo numero della rivista.


Diretta da Emil Abirascid, collaboratore del Sole 24 ore e da anni impegnato sui temi dell'innovazione, distribuisce i suoi contenuti con la licenza Creative commons che ne permette il riutilizzo senza copyright ma citando la fonte.


“Vogliamo costruire uno strumento per dare voce a una lobby per l'innovazione - ha affermato Alessandro Giari, presidente del Polo tecnologico di Navacchio -. Lobby è una parola che generalmente evoca una un'idea negativa. Noi pensiamo invece a una lobby trasparente e democratica che spinga e fornisca lo sviluppo del dibattito e del confronto oltre la conoscenza delle esperienze, dei luoghi e delle persone”.


All'uscita del bimestrale si accompagna l'organizzazione degli “Incontri di Innov'azione” che si svolgeranno nei vari poli tecnologici della Penisola. Il primo appuntamento è per il 27 febbraio presso l'Auditorium del Polo tecnologico di Navacchio dove si discuterà di come fertilizzare una nuova generazione di imprese. Innov'azione sfrutta anche tutti i mezzi del web 2.0 con, persempio, il gruppo su Facebook e gli Rss per rimanere sempre aggiornati sulle notizie del sito.


Partner dell'iniziativa sono Imprese e start up (www.startupbusiness.it), il social network nato con il supporto di Innovhub l'azienda speciale della Camera di commercio di Milano per l'innovazione e con Percorsi dell'innovazione, l'area di Smau dedicata alle start up innovative.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome