Una divisione e-business (e primo trimestre in rosso) per Eds

Eds al lavoro su più fronti, a partire da una forte iniziativa rivolta al taglio dei costi (1 miliardo di dollari il target preventivato) per arrivare alla creazione (già concretizzatasi) di un’unità espressamente pensata per opera

Eds al lavoro su più fronti, a partire da una forte iniziativa rivolta al
taglio dei costi (1 miliardo di dollari il target preventivato) per
arrivare alla creazione (già concretizzatasi) di un'unità espressamente
pensata per operare nel campo del commercio elettronico. Per quanto
riguarda quest'ultima, la casa americana ha confermato come nella divisione
sono confluite circa 20.000 persone e circa 2 miliardi di dollari di volume
d'affari in portafoglio (comprensivo dei servizi della neoacquisita
Systemhouse), oltre alla soluzioni proprietarie per il Customer
Relationship Management e la business intelligence. Se l'obiettivo
dichiarato dai vertici di Eds per l'E-business unit è quello di raggiunger
e
una copertura pari al 70% del fatturato globale della corporation entro il
2003, i riscontri forniti dal mercato nel primo trimestre sono sicuramente
confortanti avendo portato "in cassa" 400 nuovi contratti per un valore
commerciale di circa 3 miliardi di dollari. Meno eclatanti, per non dire
preoccupanti, sono invece i risultati finanziari del periodo, che hanno sì
visto una leggera crescita dall'anno passato (+10%) del giro d'affari
complessivo, arrivato a quota 4,3 miliardi di dollari, ma non hanno
impedito e Eds di registrare un rosso di bilancio per 20,6 milioni di
dolalri (dodici mesi, per contro, gli introiti netti ammontavano a 184,2
milioni).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here