Un supporto alla collaborazione aziendale

Dall’inizio di aprile Microsoft ha rilasciato anche in Italia nuove soluzioni online per il supporto della collaborazione aziendale. Soluzioni che hanno la particolarità d’essere utilizzabili per mezzo del browser oppure, per le esigenze più sofisticat …

Dall'inizio di aprile Microsoft ha rilasciato anche in Italia nuove soluzioni online per il supporto della collaborazione aziendale. Soluzioni che hanno la particolarità d'essere utilizzabili per mezzo del browser oppure, per le esigenze più sofisticate, del client Outlook, ma senza necessità di infrastrutture server nel backend aziendale. Si tratta delle Business Productivity Online Suite e Deskless Suite, che sembrano create apposta per un nuovo concetto di mobilità che va “oltre l'individuo” e per far sì che filiali o uffici remoti possano essere dotati rapidamente di servizi come e-mail, comunicazione, interscambio dati come se fossero connessi alla Lan aziendale. Offerte in abbonamento in base al numero di utenti, queste soluzioni promettono di rendere più mobili e dinamici i gruppi di lavoro, unità di filiera estere e di implementare nuovi supporti It, laddove le esigenze o i tempi d'implentazione in forma tradizionale hanno risposte adeguate.

L'avvento delle nuove soluzioni online di Microsoft cambieranno i tradizionali concetti alla base della mobility? «Certamente questo significa più velocità ed efficacia nel supporto degli utenti che non sono in sede - spiega Enrico Bonatti, direttore della divisione Information Worker di Microsoft -. Per esempio nel supporto di persone che operano presso i centri di produzione delocalizzati in Cina o in India, senza necessità di infrastrutture locali o di costose connessioni dirette con la sede centrale».

Sarà un modo per tagliare ogni cordone ombelicale con l'It aziendale? «Decisamente no - risponde Marco Cusinato, executive partner di Reply (Reply è tra i primi partner Microsoft ad avere realizzato implementazioni di Bpos in Italia, ndr) -. A prescindere dall'uso di un servizio online, se ho un pc portatile devo avere qualcuno che installa Outlook e gestisca il sistema. Se invece mi accontento dei servizi base come “deskless user” allora può bastarmi solo il browser e ho la più ampia libertà. Il vantaggio delle soluzioni online sta nel fatto che non serve realizzare nulla dal lato backend. Addirittura potrò usare Excel o Word per editare documenti nel browser con la prossima versione di Office. Un vero cambio di paradigma: un percorso che certamente renderà più semplice l'uso dei sistemi mobili, probabilmente già entro un paio d'anni».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here