Un subnotebook Powerbook rinsalda il legame Apple-Ibm

Dovrebbe arrivare in estate, a partire dagli Stati Uniti, il Powerbook 2400, conosciuto anche con il nome in codice Comet. Si tratta di un subnotebook sviluppato da Apple insieme a Ibm e inizialmente destinato solo al mercato giapponese. Il prodotto do …

Dovrebbe arrivare in estate, a partire dagli Stati Uniti, il Powerbook
2400, conosciuto anche con il nome in codice Comet. Si tratta di un
subnotebook sviluppato da Apple insieme a Ibm e inizialmente destinato solo
al mercato giapponese. Il prodotto dovrebbe somigliare al Duo (abbandonato
da Apple), pesare circa 1,8 kg e costare intorno ai 3.500 dollari. Rispetto
al Duo, i componenti saranno quasi tutti interni alla macchina. Si parla di
16 Mb di Ram (upgradabili con singolo modulo fino a 64), dischi da 1,2 a 3
Gb, su una base architetturale PowarPc 603e a 180 o 200 MHz.
Il Powerbook 2400 dovrebbe supportare Pc Card Type II o III e lo standard
CardBus a 32 bit. Per lo schermo, si parla di un Tft a colori a matrice
attiva, con risoluzione SuperVga da 800 x 600 pixel. Comet includerà poi
vari slot, che comprendono VgA, seriale, Scsi, Hdi-30, audio in e out e
Adb. L'iniziale decisione di commercializzare il prodotto solo in Giappone
era dovuta alla presenza di una tastiera piccola. Ma ora sembra proprio che
il prodotto possa avere una certa diffusione negli Usa e, forse, anche in
Europa, anche se occorrerebero volumi da mercato consumer per estenderne la
disponibilità su ampia scala.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here