Un passo di Microsoft verso Db2

Nell’ottica di una migliore connettività fra il proprio ambiente Windows Nt Server e i dati residenti su mainframe, Microsoft ha rilasciato l’utility Host Data Replicator, precedentemente nota con il nome in codice di Cakewalk. Utilizzando l’arc

Nell'ottica di una migliore connettività fra il proprio ambiente Windows
Nt Server e i dati residenti su mainframe, Microsoft ha rilasciato
l'utility Host Data Replicator, precedentemente nota con il nome in codice
di Cakewalk. Utilizzando l'architettura Odbc Drda (Distributed Relational
Database Architecture), il prodotto consente agli utenti di replicare dati
da una tabella o una vista Db2 sotto Mvs o Os/400 a una tabella Sql Server
6.5. L'utility si abbina a Sna Server.
Host Data Replicator capacità di partizionamento orizzontale, verticale o
combinato, nonché varie opzioni statistiche per controllare il throughput,
il transfer dei byte e il tempo trascorso.
L'utility di Microsoft è il primo step di una strategia che, in futuro,
vedrà anche il rilascio di Cedar, programma destinato a lavorare con
Transaction Server, per consentire agli sviluppatori di manipolare
transazioni da mainframe Ibm come se fossero oggetti Com. In beta testing
è
anche Thor, altro nuovo componente di Sna Server che consentirà l'accesso
a
livello di record a database Vsam e a file As/400 che utilizzino il
protocollo Ibm Ddm (Distributed Data Management).
Host Data Replicator sarà disponibile in quantità a partire dalla metà
di
novembre, per un prezzo di circa 2mila dollari. Una versione di prova per
tre mesi è scaricabile dal sito Web di Microsoft.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome