Un mercato in fermento

Nessun dubbio che l’accesso mobile e in particolare i servizi di e-mail wireless fossero destinati ad avere un ruolo sempre più determinante nel mondo dei Pda. E così è stato. Secondo i dati presentati da Gartner, nel corso del 2006 il mercato mondiale …

Nessun dubbio che l'accesso mobile e in particolare i servizi di e-mail wireless fossero destinati ad avere un ruolo sempre più determinante nel mondo dei Pda. E così è stato. Secondo i dati presentati da Gartner, nel corso del 2006 il mercato mondiale dei Pda ha messo a segno una crescita del 18,4% pari a 17,7 milioni di unità.


Un crescita record che si spiega se associata a un altro dato importante: il 60% dei dispositivi venduti offre funzionalità di connessione, anche in questo caso con una crescita significativa rispetto al 47% del 2005.


Non si registrano, invece, cambiamenti significativi sulle percentuali ascrivibili al mercato consumer e prosumer e a quello delle imprese: a queste ultime spetta una quota del 48%, analoga a quella dell'anno precedente.


Leader di mercato resta Research In Motion, che complementa il suo tradizionale Pda con il BlackBerry Pearl, assimilabile alla categoria degli smartphone. La società dichiara di aver consegnato nel corso del quarto trimestre 1,8 milioni di dispositivi, 915.000 dei quali BlackBerry tradizionali e i restanti smartphone.


Sull'anno, la società ha consegnato 2,51 milioni di unità, con una crescita del 10% rispetto al 2005, che rappresentano uno share del 19,8%.


Sempre a livello mondiale, la seconda posizione spetta a Palm, con 1,97 milioni di pezzi, in calo del 29% sul 2005 e corrispondenti a una quota dell'11,1%.


Terzo posto per Hp, con 1,7 milioni di unità, in calo del 24% e corrispondenti al 9,7% del mercato.


Al quarto posto l'esplosiva crescita di Mio Technology: +112% sul 2005, per 1,51 milioni di pezzi e uno share dell'8,5%, mentre Sharp si aggiudica la quinta posizione con 1,4 milioni di pezzi, in crescita in questo caso del 166%. Va sottolineato, in ogni caso, come il mercato risulti comunque polverizzato: una quota del 42,8%, pari a 7,5 milioni di unità, spetta ai cosiddetti “altri”, in questo caso in crescita del 38,2%.


Per quanto riguarda i sistemi operativi, Windows Ce detiene il 56,1% del mercato, seguita da Rim con il 19,8%, PalmOs con l'11,7%, Symbian con il 5,4% e Linux con lo 0,9%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here