Un consorzio per l’Europa

Dallo European Council di marzo nasce una iniziativa alla quale partecipano 25 aziende fortemente focalizzate sulle tecnologie e sulle loro applicazioni

Sta cominciando a dare qualche frutto lo European
Council svoltosi a Stoccolma il 23 e il 24 marzo scorsi. A fronte delle
richieste da parte di capi di Stato e di Governi sulla necessità di iniziative
più concrete in materia di e-learning, 25 aziende, tra le quali Cisco Systems,
Ibm, Nokia e Smartforce hanno deciso di dare vita a Public Private Partnership,
un consorzio patrocinato dal Commissario per la Formazione e la Cultura, il cui
obiettivo è favorire la rapida diffusione dell'e-learning in tutta
Europa.
Quattro gli obiettivi chiave demandati al consorzio: la promozione di
una alfabetizzazione digitale universale; la creazione di una cultura
dell'apprendimento; integrazione delle tecnologie dell'informazione e
comunicazione nelle attività di formazione e di training; realizzazione di
infrastrutture flessibili che rendano l'e-Learning disponibile a tutti.
Per
meglio spiegare finalità e obiettivi non solo del consorzio, ma anche delle
iniziative comunitarie, il 10 e l'11 maggio prossimi avrà luogo a Bruxelles il
primo Summit Europeo di e-learning, nel corso del quale si parlerà anche
dell'importanza dell'attuazione di partnership pubbliche e
private.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome