Un codice di autodisciplina per gli operatori della telefonia mobile

Siglato oggi alla presenza del ministro Gasparri, che lo ha ratificato.

E' stato ratificato oggi dal ministro delle Comunicazioni Maurizio
Gasparri il primo “Codice di condotta per l'offerta dei servizi a
sovrapprezzo e la tutela dei minori
”, sottoscritto dagli
amministratori delegati delle società di telefonia mobile, Marco De
Benedetti  per Tim, Pietro Guindani per Vodafone, Tommaso Pompei per Wind e
Vincenzo Novari per 3.
Si tratta di un codice di autodisciplina che,
attraverso l'identificazione di una serie di misure di autoregolamentazione,
assicura da un lato il diritto d'informazione e la libertà di espressione,
garantendo dall'altro il pieno rispetto della tutela e della protezione dei
minori.
Il codice introduce delle procedure precise sulle informazioni
dovute ai clienti, riguardo al costo, al contenuto e alle modalità di utilizzo
dei “servizi a sovrapprezzo”.
Ciò significa che la fruizione del servizio è
possibile solo dopo aver informato i clienti sulla natura e sui contenuti della
proposta commerciale.
Il codice prevede inoltre che per alcuni contenuti
ritenuti “sensibili”, vi potranno essere differenti modalità di accesso
selettivo o di inibizione.
Sarà costituito, infine, un Organo di Garanzia
che vigilerà sui contenuti offerti su tutte le reti di telefonia mobile.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here