Un canale nel futuro di Axioma

Ai futuri partner la software house chiederà poche customizzazioni e tanta consulenza

8 Ottobre 2004 La personalizzazione dei software? Roba da ricchi, e destinata a scomparire. E' con questa considerazione che Andrea Maserati, presidente di Axioma, riflette sul futuro del mercato degli applicativi in Italia, e su questa linea abbozza anche i profili dei partner di cui avrebbe bisogno: più consulenti che sviluppatori.
“Ormai c'è una tale varietà di applicativi sul mercato che diventa poco vantaggioso per clienti di piccole dimensioni richiedere personalizzazioni particolari - dichiara Maserati -. Sono costose e in questo momento le Pmi di casa nostra non se la stanno passando molto bene, avendo subito un drastico calo delle esportazioni. Sarà, questo, motivo di sofferenza anche per le software house che si occupano solo di customizzazioni, ma prevedo che anche i servizi in tal senso non avranno vita facile. A meno che dimostrino di creare reale competitività e che siano economici. Al momento ci stiamo muovendo direttamente sui clienti, ma tra i programmi per il prossimo anno c'è anche quello di appoggiarci a una rete di partner. Non abbiamo ancora definito chi, come e dove, ma il profilo che più si addice al nostro modello di business è un partner che abbia soprattutto competenze consulenziali, che sia propositivo verso le aziende e che includa la nostra offerta nei progetti. Senza dover avere per forza capacità di sviluppo”.
Il modello che Axioma propone ai clienti è, infatti, un'evoluzione verso un'impresa a rete aperta, che sia in grado di comunicare i dati attraverso i processi, anche verso l'esterno, sia dalla parte clienti, sia da quella dei fornitori.
“Tutta la catena del valore deve essere coordinata - spiega Maserati -, soprattutto quando è alto l'intervento umano. I fornitori devono essere in linea con i processi interni all'azienda, come pure l'azienda stessa deve essere in linea con le richieste del suo cliente finale”.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here