Un argine al dilagare delle applicazioni ricreative

Tre gli interventi che permettono di tenere sotto controllo il dilagare delle applicazioni ricreative, che inficiano pesantemente le prestazioni dei network enterprise.

Blue Coat Systems ha individuato i principali fattori che fanno calare le performance della rete aziendale.
Il presupposto è che oggi diventa sempre più difficile distinguere le applicazioni ricreative da quelle applicazioni realmente importanti per l'attività.
Blue Coat ne analizza cinque.

Le Olimpiadi di Londra 2012. Per 17 giorni a partire dal 27 luglio, le televisioni di tutto il mondo trasmettono i giochi olimpici in diretta via Internet. Un numero illimitato di servizi speciali è disponibile su richiesta.
In media ogni stream video richiede 500 KBPS può raggiungere 1,5 MBPS per ogni utente che si collega a un video ad alta definizione. Come risultato i giochi olimpici consumano larghezza di banda WAN e Internet.

YouTube: ogni mese su YouTube vengono visionate oltre 3 miliardi di ore di video, e ogni minuto vengono caricate 72 ore di video. Con oltre il 10% di visite complessive provenienti da 350 milioni di dispositivi mobili, le richieste di larghezza di banda stanno solo aumentando. A complicare il problema della larghezza di banda è il passaggio all'alta definizione. Questa nuova possibilità di visualizzazione dei video in alta qualità utilizza 1,5 MBPS per singolo video, che equivale al 100% di una connessione T1.

Apple l'ecosistema delle centinaia di milioni di dispositivi mobili (tablet e smartphone) iOs è popolato da aggiornamenti del sistema operativo, download di contenuti (film, Tv, applicazioni podcast), upload di contenuti (foto, video), iCloud e App Store, hanno creato il componente a più rapida crescita del traffico di rete degli ultimi due anni.
Dato che i dipendenti portano sempre più spesso i propri dispositivi mobili sul posto di lavoro, questi dati e questi contenuti viaggiano sulla rete aziendale.

Social Networking. La combinazione di upload e download rende il social networking un'attività con un duplice impatto. Ogni secondo vengono caricate su Facebook più di 3.000 foto, consumando oltre 5 GBPS di larghezza di banda, escludendo gli upload dei video. Guardare foto o video da applicazioni come Socialcam produce lo stesso impatto di YouTube.

Le emittenti televisive stanno rendendo disponibili un numero crescente di video live e on-demand sul Web attraverso browser, operatori specializzati e applicazioni mobili. Secondo Blue Coat nelle reti aziendali non controllate il 30-60% della larghezza di banda viene consumato dall'utilizzo di queste applicazioni a scopo ricreativo. Ciò determina cali nelle prestazioni delle applicazioni vitali per l'azienda e un aumento di richieste di supporto al dipartimento IT.

I tre rimedi
Secondo la società ridurre l'impatto di questo traffico richiede tre azioni.
Visibilità: è necessario assicurarsi la visibilità in tempo reale del traffico di applicazioni e contenuti Web sulla rete aziendale per identificare e misurare in modo accurato l'utilizzo della larghezza di banda.
Controllo: creare semplici policy di QoS (Quality of Service) che limitino questi grandi utilizzatori di larghezza di banda al 10% o ancora meno della capacità di rete, consentendo forti incrementi nel momento in cui la larghezza di banda non è necessaria per applicazioni aziendali a priorità più elevata.
Ottimizzazione del traffico: i caching dei video on demand e lo stream-splitting dei video in diretta riduce la quantità di larghezza di banda utilizzata da più dipendenti che visionano lo stesso film.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here