Un Activator per la Java Virtual Machine di Sun

Lo scontro fra Sun e Microsoft attorno alla virtual machine per Java, sisposta per una volta, sul fronte produttivo, ma non perde di mordente.

La Java Virtual Machine è uno dei grandi oggetti di contesa, soprattutto
legale, fra Sun e Microsoft. Per una volta, lo scontro non viene alimentato
dall'ennesimo ricorso alle carte bollate o dalla dichiarazione del manager
di turno, ma da un'azione produttiva, comunque destinata a lasciare qualche
strascico. Sun, infatti, ha annunciato Java Activator, un prodotto che
consente agli utenti dei due principali browser sotto Windows, ovvero
Netscape Navigator e Microsoft Internet Explorer, di scaricare e integrare
la propria Java Virtual Machine. Activator è in grado di rilevare le
implementazioni Java correnti e offre la possibilità di aggiornare la Jvm
o
anche di continuare a utilizzare quella fornita con il browser. Nel primo
caso, i successivi download che passino attraverso i browser sarebbero
gestiti via Jvm. Il prodotto consente anche di far uso di Rmi (Remote
Method Invocation), delle Java Foundation Classes e di altre tecnologie che
Microsoft e Netscape ancora non hanno integrato nei rispettivi browser
Il presidente di JavaSoft, Alan Baratz, ha tenuto a sottolineare come
l'arrivo di Java Activator non risolva le questioni legali fra Sun e
Microsoft, ma abbia il proprio peso dal punto di vista tecnico, visto che
può comunque intervenire per modificare l'implementazione di Java anche su
Explorer. La risposta di Microsoft non si è fatta attendere. Pur senza
entrare nel merito degli aspetti legali, il group rpduct manager Tom
Johnston ha espresso dubbi sulla possibilità che con Activator si possa
migliorare la tecnologia Jvm messa a punto dalla casa di Bill Gates.
Johnston ha definito la Java Virtual Machine di Sun "più lenta e con
problemi di integrazione con i prodotti già installati sul desktop"
.
In ogni caso, una prima versione beta solo per la varie declinazioni di
Explorer è già scaricabile dal sito Sun, mentre una seconda versione,
sempre di transizione, sarà disponibile nel primo trimestre del '98 e
supporterà anche Navigator. Il prodotto definitivo è invece atteso per
aprile del prossimo anno.
Sun ha anche annunciato Java JumpStart for the Enterprise, una suite di
tool, applicazioni, framework e servizi progettata per i dipartimenti It
aziendali. Vi sono contenuti Java Workshop, l'ambiente Java Runtime, le
views di HotJava, un Web Server, una versione del linguaggio per macchine
Dos e Windows di vecchia generazione, il tool di integrazione database Java
Blend e lo strumento per il disegno di applicazioni Prject Phoenix. Questo
prodotto sarà disponibile nel primo trimestre del 1998.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here