L’Umbria aiuta le Pmi nelle spese per cloud computing ed ecommerce

cloud computing

Dal 13 giugno al 14 luglio 2016 le piccole e medie imprese umbre dell’industria, dell’artigianato, del commercio, del turismo e dei servizi potranno inviare domanda di contributo per l’acquisizione di servizi digitali in modalità cloud computing e per lo sviluppo dell’ecommerce. La Regione Umbria ha infatti pubblicato il Bando "Sportello 2016 per l’innovazione digitale nelle Pmi" finanziato con 500 mila euro a valere sulle risorse Por Fesr 2014-2020- Asse1-Attività111.

Sono ammissibili le spese a canone periodico o a consumo, per un periodo massimo di 12 mesi solari dalla stipula del relativo contratto, per l’utilizzo in modalità Cloud Computing di servizi digitali e le spese per l’acquisizione di servizi necessari ai fini dello sviluppo e dell’avvio di attività di e-commerce (consulenze, spese di attivazione, canoni e così via). L’ammontare complessivo delle spese ammissibili, non potrà essere inferiore ai 5 mila euro ne superiore ai 30 mila euro. Il contributo a fondo perduto è nella misura del 70% della spesa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome