Umbria, microcredito per le nuove imprese

Rivolta alle imprese costituite da non più di 180 giorni oppure ancora da costituire, l’iniziativa consiste in un finanziamento agevolato fino al 75 per cento delle spese ammissibili, comprese tra un minimo di 3.000 euro e un massimo di 12.000 euro.

La Regione Umbria ha costituito un fondo per la concessione di
micro-finanziamenti agevolati
alle Pmi finalizzati a sostenere la creazione di nuove
imprese
che abbiano sede operativa nel territorio regionale.

Destinatarie delle agevolazioni sono le imprese costituite da non più di180 giorni,
oppure ancora da costituire e i neo-titolari
di partita Iva

ottenuta da non più di 180 giorni, oppure ancora da acquisire.

Ai fini dell'ottenimento del
finanziamento è richiesto:

  • che il
    titolare dell'impresa o della partita Iva rientri in una di queste
    categorie:
    • Giovani
      tra i 18 e i 36 anni compiuti;
    • Donne;
    • Soggetti
      che prima della costituzione della impresa/società o dell'apertura della
      partita Iva siano stati in cassa integrazione o mobilità;
    • Soggetti
      che prima della costituzione della impresa /società e dell'apertura della
      partita Iva siano stati disoccupati;
  • che il
    titolare o almeno il 50 per cento dei soci nel caso di società abbiano la
    residenza in uno dei comuni dell'Umbria;
  • che il
    titolare o tutti i soci se stranieri siano in Italia con regolare permesso
    di soggiorno da almeno 3 anni;
  • che il
    titolare o tutti i soci non detengano partecipazioni rilevanti in altre
    società o imprese del medesimo settore.

Le spese ammissibili, di
importo minimo pari a 4.000 euro
e sostenute dalla data di costituzione
dell'impresa o di attribuzione della partita Iva e fino a 180 giorni successivi
alla data di erogazione del finanziamento, comprendono:

  • Acquisto di
    macchinari, attrezzature, impianti specifici e arredi funzionali;
  • Acquisto di
    mezzo di trasporto;
  • Acquisto
    hardware e software;
  • Realizzazione
    di piccole opere murarie e ristrutturazione;
  • Spese di
    start-up relativamente a spese di locazione di immobili derivanti da
    contratti registrati, utenze, premi per polizze assicurative e spese di
    pubblicità;
  • Acquisto di
    sistemi informatici (solo per i titolari di partita Iva).

L'agevolazione consiste in un
finanziamento agevolato fino al 75 per cento delle spese ammissibili, compreso
tra un minimo di 3.000 euro e un massimo di 12.000 euro
, erogato direttamente da Sviluppumbria che potrà avere una durata
massimo di 36 mesi più 6 mesi di preammortamento
con
pagamento in rate costanti trimestrali anticipate e un tasso
fisso e determinato nella misura dell'1
per cento annuo
.

Le domande dovranno pervenire a Sviluppumbria entro il 30 aprile 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome