Tutti i tagli di Sprint

Ancora una volta, la riduzione dei costi del carrier statunitense passa attraverso la via della ristrutturazione.

16 luglio 2002 Nuovi tagli in vista per
Sprint. Proprio in questi giorni il carrier telefonico statunitense avrebbe
annunciato la riduzione, entro le prossime settimane, di 1.200 posti di lavoro e
di alcuni dei servizi Internet erogati. Il tutto comprensibilmente allo
scopo di ridurre i propri costi. Nell'occhio del ciclone, ancora una volta, la
divisione dedicata ai mercati globali, in piena ristrutturazione come altre
parti della società. Per il momento, Sprint non ha reso noti altri particolari
anche se ha escluso che i provvedimenti annunciati avranno ripercussioni su
Sprint FastConnect, il servizio Dsl offerto dalla società in 18 Stati attraverso
la propria divisione locale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome