Tre motivi per ricorrere al Managed Email Service

Spam in mailboxCombina più tecnologie antivirus, protegge con filtri anti spam e anti phishing email indesiderate assicurando, a chi ne fa uso, accordi sul livello di servizio garantito per il trattamento dei dati.
Parliamo dei vantaggi messi sul piatto dal Managed Email Service che, erogati in modalità cloud, in base a specifiche esigenze aziendali, propongono conformità normativa, massima sicurezza e costi certi, in base al livello di consumo effettivo.

A ricordarlo è Retarus, società tedesca che, dalle filiali ubicate in 12 Paesi in quattro Continenti, sviluppa e propone servizi gestiti, tra cui Retarus Managed E-Mail Security, per la comunicazione elettronica direttamente in sette datacenter locali.

Da qui un primo suggerimento a informarsi attentamente sull’ubicazione dei centri dati e sulla trasparenza che ciascun servizio offre rivolgendosi esclusivamente a fornitori che affidano i dati al cloud specificando una precisa posizione del server.
Anche qualora questa mancasse, però, grazie ai già citati Sla, i clienti dovrebbero comunque avere la garanzia di un impegno vincolante per quanto riguarda il luogo, le leggi e le normative in base a cui i loro dati saranno trattati.

In questo caso, per aziende che operano a livello globale, il suggerimento di Retarus è di siglare, attraverso il proprio headquarter, un unico contratto che rifletta tutte le specifiche esigenze relative al trattamento dei dati che le filiali potrebbero avere.
Non dover negoziare contratti separati per ogni Paese riduce, infatti, i costi ed è un prerequisito fondamentale per una migrazione semplice ed efficiente.

Di fronte a conformità, standard internazionali, direttive sulla protezione dei dati e l’archiviazione sicura delle email nel lungo periodo, i requisiti specifici di ogni nazione rivestono un ruolo significativo, tanto da rappresentare una sfida sempre più complessa.

In un’ottica di protezione dei dati, ricorda ancora Retarus, ogni email e relativi allegati dovrebbero essere protetti tramite encryption, al fine di garantire massima riservatezza e la certezza che nemmeno il provider potrà avere accesso alle informazioni aziendali scambiate via utilizzando la posta elettronica.

Sempre i clienti dovrebbero, poi, poter controllare i propri dati attraverso un portale di amministrazione online in grado, come nel caso di Retarus Enterprise Administration Services, di fornire report e analisi esaurienti su tutti i mezzi di comunicazione utilizzati, anche in termini di costi derivanti dai servizi che, nella migliore delle ipotesi, dovrebbero essere facilmente ripartiti tra i singoli centri di costo.

La massima trasparenza dei processi dovrebbe, dunque, guidare il rapporto tra un’azienda che decide di affidare in outsourcing i propri dati sensibili e il provider che si fa carico della loro gestione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here