Transmeta si fa spazio nei server

Lanciando processori a basso consumo d’energia, Transmeta sperava di trovare spazio soprattutto sul mercato dei portatili. Ora, anche dopo la reazione di Intel (pronta ad adattare i Pentium III alle economie richieste per questo genere di prodotti) per …

Lanciando processori a basso consumo d'energia, Transmeta sperava di
trovare spazio soprattutto sul mercato dei portatili. Ora, anche dopo
la reazione di Intel (pronta ad adattare i Pentium III alle economie
richieste per questo genere di prodotti) per la start up americana
sembra aprirsi la nuova strada dei server. Non meno di quattro
giovani aziende Usa, infatti, hanno da poco annunciato prodotti che
integrano questo tipo di chip, nell'ambito di sistemi cosiddetti
"densi", che racchiudono molti processori in poco spazio. Per
arrivarci, occorre una soluzione tecnologica che non generi eccessivo
calore, che potrebbe bruciare i server. Transmeta può servire allo
scopo, poiché ospita meno transistor, grazie alla presenza di uno
strato di software.
I server densi integrano schede che comprendono memoria, diversi
processori, hard disk e altro e sono inseribili in rack. é la
soluzione scelta, per esempio, da Rlx Technologies, un'azienda appena
fondata da alcuni ex manager di Compaq. I propri sistemi 3U possono
accogliere fino a 28 schede rimovibili, mentre i server a base Intel
non vanno oltre le 2 Cpu in rack 1U (ovvero 4,3 cm in altezza, 44,7
in lunghezza e 60,9 in profondità). Questa logica tesa a ottimizzare
il rapporto potenza/spazio potrebbe in primis interessare chi
gestisce data center con applicazioni Internet (Isp e Asp in testa).
Rebel.com, invece, ha annunciato una nuova famiglia di gateway di
accesso a Internet per le piccole imprese, sempre basati sui chip
Transmeta. Anche qui, i bassi consumi d'energia e il ridotto ingombro
dovrebbe fare la differenza rispetto a soluzioni analoghe. Nei
prossimi mesi, infine, almeno altre due start up, ovvero Amphus e
FiberCycle Networks, dovrebbero commercializzare propri server basati
su Transmeta.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here