Toshiba, lentamente, verso i desktop

Con orizzonti limitati, per il momento, al mercato americano, Toshiba sta percorrendo la strada dell’apertura verso i computer desktop di una gamma fino a poco tempo fa unicamente composta di notebook. Dopo aver saggiato il terreno con una gamma consum …

Con orizzonti limitati, per il momento, al mercato americano, Toshiba sta
percorrendo la strada dell'apertura verso i computer desktop di una gamma
fino a poco tempo fa unicamente composta di notebook. Dopo aver saggiato il
terreno con una gamma consumer nello scorso settembre, l'azienda ha ora
lanciato di pc network-ready Equium, che contiene, in bundle, Intel LanDesk
Manager 3.0, le schede Fast Ethernet 10/100 Mbps, sempre di Intel, il
supporto dell'Universal Serial Bus e funzionalità "Instant On", per
consentire agli aministratori di accendere pc in remoto e teledistribuire
aggiornamenti software.
La linea Equium è composta di modelli desktop e minitower, con sistemi
operativi Windows 95 e Nt 4.0. Si parte dal 5160D (Pentium/166) per
arrivare al 6200D (Pentium Pro/200) sul fronte desktop, mentre il minitower
"minimo" parte con Pentium Pro a 200 MHz. La memoria spazia da 32 e 512 Mb
(sull'high-end 6200M), mentre l'hard disk arriva a un massimo di 4,3 Gb.
Per tutti, il Cd-Rom è a 12 velocità.
La disponibilità, come già detto, è per ora limitata al territorio
statunitense, ma anche al Cebit di Hannover saranno esposti, come test per
un possibile lancio in alcuni paesi europei (Germania, Francia e Gran
Bretagna). Difficilmente si vedranno in Italia prima della fina dell'anno.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here