Tiscali acquista l’inglese LineOne

Con l’operazione la società sarda raggiunge i 16 milioni di utenti registrati e, oltre 9,5 milioni di unique visitor. Una mossa che sembra scalzare T-Online dalla vetta dei maggiori Isp europei.

Con la seconda acquisizione oltre confine della settimana, l'italiana Tiscali sta per aggiudicarsi la proprietà e il controllo dell'inglese LineOne, Isp a capitale finanziario a Bt e United Business Media.
L'accordo prevede un pagamento di 80 milioni di euro in azioni Tiscali di nuova emissione e di 20 milioni di euro in contanti, per un esborso totale di 100 milioni.
LineOne, con sede a Londra, conta oltre 1,85 milioni di utenti, di cui 430mila dial-up attivi. Nell'ultimo esercizio, chiuso a giugno 2000, l'Isp ha fatturato 19,2 milioni di euro, posizionandosi al 5° posto nel Regno Unito in base al tempo medio che i visitatori trascorrono sul suo portale.
Con l'acquisizione di LineOne, Tiscali raggiunge in Europa i 16 milioni di utenti registrati, oltre 9,5 milioni di unique visitor e oltre 7 milioni di utenti Isp attivi, superando i dati di T-Online, la divisione Web di Deutsche Telekom. Ma c'è di più. L'acquisizione della società inglese supporterà Tiscali nel raggiungimento del proprio break even entro fine 2001. Secondo una logica di economia di scala, l'operazione farà, infatti, risparmiare alla società di Renato Soru qualcosa come 20 milioni di euro all'anno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome