Terescope 1 di Mrv risolve il problema dell’ultimo miglio

La soluzione utilizza la tecnologia Pal (Photonic air link) per cercare di contenere i costi di sivluppo di un sistema a banda larga.

20 maggio 2003 Mrv Communications, specialista nella progettazione e commercializzazione di soluzioni di accesso Ethernet e nella componentistica attiva e passiva per la fibra ottica, ha presentato di recente Terescope 1.
Si tratta di una soluzione di connessione destinata al mercato aziendale, che si propone di risolvere il problema dei collegamenti dell'ultimo miglio utilizzando gli infrarossi, ovvero la tecnologia Pal (Photonic air link).
In pratica, i trasmettitori e i ricevitori che incorporano questa tecnologia sono completamente passivi e traggono la propria alimentazione direttamente dalla fibra ottica che viene utilizzata per collegarli alla rete. Questo consente di ridurre i costi necessari per lo sviluppo di un sistema a banda larga sfruttando le connessioni wireless.

Terescope 1 consente di instradare traffico su rete Fast Ethernet a 100 Mbit in modalità Full Duplex, fino a una distanza di 300 metri. È conforme allo standard Ip66 e a tutte le altre norme che regolano l'utilizzo dei laser per i sistemi di telecomunicazione. Si tratta, pertanto, di una soluzione a basso costo per risolvere i problemi di connettività dei campus, per i palazzi separati da una strada o da altri ostacoli naturali così come per i carrier, permettendo questi ultimi di estendere in modo economico le dorsali e di offrire rapidi collegamenti a banda larga ai clienti.

Contestualmente, Mrv ha anche presentato la nuova piattaforma di remote presence management In-Reach Lx4000. Si tratta di una soluzione per l'acquisizione e la gestione dei dati in remoto, che permette di avere una vista dei sitemi It attraverso l'estensione remota degli accessi a porte seriali e alle console presenti sugli stessi.
Lx4000 consente di raggiungerre qualsiasi dispositivo dotato di una porta seriale e di effettuare su di esso interventi in remoto, sia programmati che non previsti, assicurando la continuità del servizio. I prodotti sono disponibili con la dotazione di 2, 8, 16, 32 e 48 porte seriali, una porta Ethernet e un modem V90 integrato. Tutti i modelli sono equipaggiati con processori Risc a 32 bit e sono gestiti da un sistema operativo real time basato su piattaforma Linux.
Oltre ad assicurare le funzionalità di remote console, il prodotto permette di effettuare il monitoraggio e la gestione di allarmi e sensori. Le porte disponibili sono, infatti, configurabili e consentono il collegamenteo di apparati di neworking, allarmi e sensori ambientali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome