Tempi lunghi a discapito della qualità

Settembre 2003, Secondo Gian Paolo Manfrini, responsabile ufficio commerciale di Si Computer, «i punti negativi riscontrabili sono numerosi, soprattutto in relazione alle procedure operative e ai tempi delle gare. Mi spiego: quando Consip ind …

Settembre 2003,
Secondo Gian Paolo Manfrini, responsabile ufficio commerciale
di Si Computer, «i punti negativi riscontrabili sono
numerosi, soprattutto in relazione alle procedure operative e ai tempi delle
gare. Mi spiego: quando Consip indìce una gara di fornitura tecnologica
lo fa per quote elevatissime e, una volta raggiunto l'accordo, lo mantiene
anche per periodi molto lunghi. Questo comporta che, la forte competitività
iniziale del prezzo di fornitura per esempio hardware, viene fortemente abbattuta
dai tempi di procedura della gara che sono in genere molto lunghi, parliamo
di 7/8 mesi, quindi di un tempo sufficiente a trasformare il costo da competitivo
a troppo elevato. Pensiamo a una fornitura di pc, lo stesso rapporto qualità/prezzo
che oggi risulta molto vantaggioso sarà troppo esoso tra qualche mese.
Ma non è finita. Sempre sul fronte tempi c'è inoltre da
tener presente le enormi lungaggini di cui soffrono le consegne per cui un ente
a volte deve aspettare anche sei mesi prima di poter ottenere i prodotti. Sul
fronte del valore, invece, pesa la modalità a ribasso utilizzata per
le gare indette da Consip che determina non solo una qualità scadente
dei prodotti forniti, ma anche i disservizi che causano costi aggiuntivi e mancata
produttività. In definitiva, credo che il sistema migliore sarebbe quello
di lasciare i singoli enti liberi di scegliere il rivenditore e di acquistare
da loro senza dover sopportare il peso di un ingombrante intermediario come
la Consip»
.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome