<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1126676760698405&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Digitale TeamViewer ha presentato l'integrazione per Slack

TeamViewer ha presentato l’integrazione per Slack

TeamViewer, fornitore di soluzioni per la connettività remota e la digitalizzazione dell’ambiente di lavoro, ha annunciato una nuova integrazione per Slack, la diffusa piattaforma per la collaborazione. Gli utenti possono ora avviare sessioni di accesso remoto TeamViewer e di supporto AR web-based all’interno di Slack.

Alfredo Patron, Executive Vice President Business Development di TeamViewer, ha affermato: “Lo smart working ha avuto un impatto sulle esigenze di collaborazione e supporto. Negli ultimi anni, Slack ha stabilito un nuovo standard per la collaborazione cosiddetta agile tra i team di lavoro ed è utilizzato sia dalle aziende sia dalle comunità. L’integrazione dell’accesso remoto e del supporto AR di TeamViewer offrirà ai nostri clienti ancora più opzioni per interagire e aumentare la produttività indipendentemente dal posto di lavoro o dal dispositivo che viene utilizzato“.

Slack offre già un’ampia gamma di strumenti e funzionalità che consentono ai team connessi da remoto di svolgere le loro attività. Ora gli utenti possono integrare TeamViewer nel loro ambiente Slack scaricando l’app TeamViewer dalla directory delle app di Slack.

Grazie a questa nuova integrazione gli utenti possono condividere inviti a sessioni per il controllo da remoto o effettuare connessioni AR a dispositivi mobili con messaggi diretti o tramite i canali di gruppo di Slack. In questo modo è possibile collaborare e supportarsi a vicenda in modo più efficiente.

Il supporto alla Realtà Aumentata è particolarmente prezioso – sottolinea l’azienda – quando sono necessarie attività manuali: i dipendenti possono lavorare in base al principio “vedi quello che vedo io” grazie ad un feed video condiviso.

Oltre a una connessione audio, gli esperti collegati da remoto possono “virtualmente” puntare e disegnare nel campo visivo dei colleghi per dimostrare in dettaglio cosa fare, oltre a condividere file o utilizzare la funzione di chat.

L’integrazione si basa su un approccio web-first, indipendente dai dispositivi, per migliorare ulteriormente l’accessibilità e l’interazione senza soluzione di continuità. L’esperto che assiste da remoto non ha bisogno di alcuna installazione e può fornire subito accesso remoto e supporto basato sull’AR.

Per ottenere questa integrazione, occorre che le aziende abbiano una licenza Slack e un abbonamento TeamViewer compatibile.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php