Tariffe fisso-mobile: l’Authority impone i tagli

Tim, Vodafone e Wind dovranno ridurre nel mese di luglio le tariffe di terminazione. Tre le tranche previste. Per H3g si attende ancora qualche mese.

Nella giornata di venerdì, l'Authority delle
Telecomunicazioni
ha deciso la riduzione delle tariffe per le chiamate
da telefono fisso a telefono cellulare, imponendo a Tim, Vodafone e
Wind
 (per H3g si dovrà attendere il mese di luglio per la
chiusura delle necessarie verifiche
) il controllo del prezzo di
terminazione, in una serie di passaggi successivi.

Il primo
taglio è stato programmato per il mese di luglio, mentre altre due
riduzioni sono attese per luglio 2007 e luglio 2008.  

Per Tim
e Vodafone si parla di una riduzione annuale del 13%, mentre per Wind il taglio
è del 16% l'anno.
Tenuto conto del tasso di inflazione, la tariffa di
terminazione di Tim e Vodafone dovrebbe così passare da 12,1 a 11,2 centesimi al
minuto, mentre quella di Wind dovrebbe passare da 14,35 a 12,90 centesimi al
minuto.

Tutto questo, secondo l'Authority, dovrebbe consentire maggiore
concorrenzialità sul mercato e benefici per gli utenti misurabili in 1,5
miliardi di euro in tre anni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here