Tagli per Ibm e Motorola

Annunciati a rinforzo dei piani di riorganizzazione già in atto.

Proseguendo nel piano di ristrutturazione in atto, Ibm ha reso noto che
procederà a ulteriori riduzioni di organico, per circa 1600 posti di lavoro. I
tagli, se pure decisi a livello globale, interesseranno prevalentemente l'area
dei servizi in outsourcing negli Stati Uniti.

La decisione, secondo
quanto riporta la stampa americana, è legata alla minore durata media dei
contratti di outsourcing, che dunque porta a disimpegnare più velocemente il
personale coinvolto in uno specifico progetto.

E di tagli si parla anche in casa Motorola. La società
tuttora impegnata nel programma di ristrutturazione per ridurre ulteriormente i
costi, ha reso noto infatti che taglierà ulteriori 4.000 posizioni dal proprio
organico.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here