Symbol: un brevetto sul Wi-Fi

La società vanta diritti sulla funzione power save. In arrivo, forse, un programma di licensing.

27 settembre 2004 Proprietà intellettuale? Questa volta tocca a
Symbol.
La società vanta la titolarità intellettuale
sulla funzione power save, uno standard su tutti
gli access point 802.11
.
Questo significa che la società
potenzialmente potrebbe citare per violazione di copyright qualsiasi produttore
di access point, e richiedere royalty nell'ordine del 6%.
Cosa che del resto
Symbol ha già fatto con Proxim, che giusto la scorsa settimana le ha versato 23
milioni di dollari a risarcimento della violazione.
Secondo quanto stabilito
dal tribunale, non vi è violazione solo se il chipset è integrato in un sistema.
In tutti gli altri casi sì.
Ed è chiaro che a questo punto si apre una
discussiuone non da poco, visto che per Symbol le royalty potrebbero valere
qualche decina di milioni di dollari all'anno, che, chiaramente, non tutti i
produttori sono così disponibili a versarle.
Probabilmente, e pare che Symbol
vi stia già lavorando, la soluzione migliore dovrebbe essere mettere a
punto un programma di licensing, al quale le aziende potranno aderire, cosa che,
secondo quanto dichiarato dalla stessa Symbol, qualcuno sta già
facendo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here