SuSe Linux anche per il mission critical

Certificata la sicurezza del sistema operativo, che ha passato i test e superato i requirement in un processo voluto da Ibm e richiesto alla Common Criteria Organization

6 agosto 2003 Common Criteria
Organization
, ente internazionale che si occupa di standardizzazione,
ha per la prima volta certificato Linux per l'utilizzo in
ambienti mission critical, avvallandone l'uso anche da parte di
grosse corporation, banche, enti federali e il Pentagono.
Si tratta di un
importante passo avanti, dal momento che fino allo scorso anno a Linux era stato
assegnato dallo stesso ente un livello di sicurezza medio-basso, che contrastava
con il medio-alto accordato  ad esempio a Windows 2000.
La
certificazione rilasciata da Common Criteria Organization riguarda al momento
solo la distribuzione di SuSe Linux, utilizzata da
Ibm su una particolare linea di server. E' stata la stessa
Ibmche ha sostenuto le spese per il processo di certificazione, investendo circa
mezzo milione di dollari per ottenere l'attestato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome