SUSE ha un nuovo Cto

Si chiama Thomas Di Giacomo e ha esperienza nei settori alberghiero e della sanità il nuovo Chief technology officer di SUSE.
Chiamato a rafforzare ulteriormente la crescita e l’impulso di innovazione dell’azienda pioniera nei software open source e a diretto riportato del Ceo Nils Brauckmann, Di Giacomo avrà il compito di ampliare il portafoglio di soluzioni SUSE a partire dal sistema operativo Linux fino alle infrastrutture cloud OpenStack e alle soluzioni storage Ceph.
Obiettivo: rispondere a una domanda globale in costante aumento interpretando un dialogo attivo e strategico con clienti, partner e community open source, per adattare il servizio ai diversi clienti.

Non solo Linux

Come evidenziato in una nota ufficiale, le attività di Di Giacomo, già Cto e vice president of innovation di Swisscom Hospitality Services oltre che Cto del provider globale di servizi It Hoist Group, non si limiteranno a Linux ma riguarderanno anche NFV, PaaS, IaaS, container e orchestrazione per aiutare clienti e partner a trarre vantaggio dall’arrivo di innovazioni open source, come i modelli software-defined di storage, reti e computing e ad adottare nuovi paradigmi It, come DevOps.
Per tutti, la sfida si chiama business continuity e riduzione dei costi, mentre la rivoluzione It software-defined scatenata da innovazioni open source, secondo SUSE, metterà a disposizione tecnologie enterprise e scalabilità economica per rispondere a questa sfida.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here