Sun si tiene lontana dai guai

In controtendenza rispetto ai suoi concorrenti, Sun Microsystems è riuscita a centrare le stime degli analisti finanziari. I quali tuttavia sono convinti che prima o poi anche lo specialista dei server Unix verrà in qualche modo coinvolto …

In controtendenza rispetto ai suoi concorrenti, Sun Microsystems è
riuscita a centrare le stime degli analisti finanziari. I quali
tuttavia sono convinti che prima o poi anche lo specialista dei
server Unix verrà in qualche modo coinvolto da una fase di obiettivo
rallentamento generale. Sun ha registrato un utile netto di 16
centesimi per azione, esattamente la cifra calcolata dalla media
delle stime di Wall Street per il secondo trimestre 2001 concluso a
dicembre. Non considerando i ricavi dalla vendita di posizioni titoli
e gli oneri derivanti dalle acquisizioni, l'utile netto è di 552
milioni di dollari, il 56% in più rispetto ai 354 incassati nel
secondo trimestre 2000. Il fatturato aumenta del 44%, da 4,95 a 5,12
miliardi. Come i suoi concorrenti, Sun ha comunque dovuto affrontare
un certo rallentamento degli ordini a dicembre negli Stati Uniti, ma
questo non ha spinto i capi finanziari a rivedere le precedenti
proiezioni semestrali, da cui ci si attende solo una modesta
contrazione dei fatturati. Il chief financial officer di Sun Mike
Lehman ha ammesso di aver rilevato un sensibile calo degli ordini per
dicembre, ma di essere riuscito a compensarlo intervenendo sugli
investimenti e le spese. Nei primi sei mesi dell'anno fiscale, ha
aggiunto Lehman, Sun si limita a rivedere marginalmente le sue
iniziali stime, che parlavano di una crescita del volume d'affari
intorno al 35%. Ora questa stima si colloca più conservativamente
nella metà inferiore, tra il 30 e il 35%.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here