Home Prodotti Strumenti per l'espressività

Strumenti per l’espressività

Uno dei problemi storici degli strumenti virtuali, in special modo di quelli che ambiscono a emulare i timbri degli strumenti acustici con il campionamento, è la strutturale poca flessibilità e immediatezza nel simulare le numerose tecniche esecutive che ogni strumento può offrire. Uno dei metodi più gettonati per ovviare all’inconveniente è l’utilizzo del KeySwitching: sfruttando delle note della tastiera fuori estensione dello strumento campionato si possono richiamare in tempo reale campionamenti dello stesso strumento ma registrate con tecniche diverse. Si può ad esempio passare dal legato allo staccato di un violino semplicemente suonando la linea con il timbro del legato e, abbassando un tasto non delegato alla genesi sonora, attivare i campionamenti relativi allo staccato solo per le note che vanno suonate con questa tecnica. Lo stesso criterio può essere applicato ad armonici di basso, flam di rullante e ogniqualvolta sia necessario passare da un’articolazione a un’altra senza voler creare tracce indipendenti per i vari campionamenti.

Le parti MIDI realizzate con questa tecnica vedono quindi la presenza di strane note il cui unico scopo è quello di richiamare un programma diverso per generare alcune tecniche esecutive.
Un problema, conseguente a tale espediente, è che se vogliamo realizzare una partitura da una traccia MIDI, queste note dovranno essere poi “nascoste” perché musicalmente sbagliate (e impossibili a suonarsi!); un altro inconveniente è che tali note devono essere “suonate” qualche istante prima delle note a cui vanno applicate impedendo, quindi, l’uso della quantizzazione. VST Expression, invece, consente di attribuire l’articolazione corretta senza ricorrere a note aggiuntive, ma semplicemente associando l’articolazione desiderata alle note interessate: praticamente come si fa quando si scrive la musica! Se si vuole una nota staccata basta usare il punto sopra la testa della nota, se serve un glissato è sufficiente porre il simbolo di glissando dopo la nota, e così via.
Questa funzione non è però relegata alla notazione musicale convenzionale, ma si può utilizzare anche dall’interno dei tradizionali e comodi Key e Drum Editor: basta selezionare l’articolazione da un menu a tendina e applicarla alle note direttamente dalla griglia. I comandi sono assegnabili e personalizzabili con grande flessibilità dal pannello Expression Map Editor (MIDI > Impostazioni VST Expression). Mappando correttamente simboli e tasti (e/o controller MIDI) si consente l’uso di VST Expression anche con vecchie librerie: molto interessante!

Per poter beneficiare da subito delle potenzialità di VST Expression, nel pacchetto è incluso un parco suoni per
HALion ONE che vede la presenza di molti strumenti di frequente utilizzo come bassi, chitarre, sax, trombe, sezione fiati ed ensemble orchestrale. Sempre nella confezione troviamo anche una versione prova di HALion Symphonic Orchestra (a 16 bit), valevole per una durata di 90 giorni, più che sufficienti per testare a fondo le potenzialità del nuovo controllo sull’espressività MIDI. Esaurito il tempo di prova lo si può acquistare a una cifra promozionale, ma se si desidera la versione anche a 24 bit bisogna comprare il pacchetto completo a prezzo pieno.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php