Stratus si accorda con i big del networking per integrare voce e dati

" un passo strategico importante quello che Stratus Computer ha compiuto in direzione delle reti. La società statunitense, infatti, ha siglato un accordo con i principali costruttori di dispositivi per l’accesso remoto e con Mci per lanciar …

" un passo strategico importante quello che Stratus Computer ha compiuto
in direzione delle reti. La società statunitense, infatti, ha siglato un
accordo con i principali costruttori di dispositivi per l'accesso remoto e
con Mci per lanciare l'architettura Internet Intelligent Network. Secondo
quanto dichiarato da Stratus, quest'ultima sarà destinata a gestire
l'incremento di traffico Internet, sulla base di un nuovo protocollo.
Proprio questo è l'oggetto centrale dell'accordo, mirato appunto al suo
sviluppo. Denominato Access Signaling Protocol, consisterebbe in un
protocollo aperto che consente l'integrazione tra voce e dati, agendo da
interfaccia tra il gateway Ss7 (Signalig System 7) e i concentratori di
accesso remoto. Ricordiamo che l'Ss7 è un sistema di segnalazione
utilizzato all'interno delle reti di telecomunicazione. Sfruttando alcune
delle funzionalità di tale sistema, il nuovo protocollo doverbbe permetter
e
di scaricare buona parte del traffico, stando a quanto dichiarato da Bay
Networks, una deu protagonisti dell'accordo che sta già lavorando con
Stratus per la definizione del gateway Ss), previsto per la prossima
estate. Un progetto al quale ha partecipato anche Mci.
Tra gli membri di questa alleanza, troviamo Cisco Systems, 3Com e Ascend.
Proprio Cisco ha aggiunto il supporto Ss7 al proprio concentratore di
recente produzione As5800 (si veda "Linea Edp On Line" del 7 marzo scorso).
Grazie all'acquisizione di LightSpeed, infatti, la casa di San Francisco ha
compiuto rapidi passi in questa direzione e sta sviluppando un proprio
gateway Ss7.
3Com si è dichiarata positiva circa la possibilità di trovare uno
standard, ma non lo ritiene peraltro fondamentale ai fini dell'accordo con
Stratus. In effetti la società di Santa Clara sembra in ritardo sull'Ss7,
ma l'attiva collaborazione con Siemens potrebbe permetterle di recuperare
rapidamente il distacco.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome