Storage, tutte le novità del settore

Un’infornata di prodotti è stata rilasciata in contemporanea da Adaptec, Ibm, Lsi Logic e Quantum

Nei giorni scorsi Adaptec ha rilasciato il nuovo Snap Server 650, un sistema di storage e backup ottimizzato per applicazioni di protezione dei dati, come quelle di video sorveglianza, e-mail database, backup su disco performance sensitive e disaster recovery remoto. Il sistema è in grado di scalare la capacità sino a 64,2 Tb. Basato sullo stesso sistema operativo, GuardianOs, che caratterizza tutti i prodotti della linea Snap Server, il nuovo modello mette a disposizione una suite completa di soluzioni integrate per la protezione dei dati, compresi antivirus, backup, recovery e data replication. Basato su architettura Amd Opteron dual core, il 650 ha una capacità di base di 1,2 Tb con drive Sas e memoria scalabile da 2 a 4 Gb.


Ibm ha rilasciato, invece, nuovi disk array entry-level adatti anche alle Pmi. Si tratta dei System Storage Ds3000 Series, che, con il software Storage Manager di serie consente di impostare e gestire le risorse di dati in sei passi. La semplicità di configurazione, amministrazione e gestione, infatti, è un aspetto importante, specie per le Pmi e per gli uffici remoti di una grande azienda, che potrebbero non avere accesso alla competenza informatica necessaria per il setup di una rete di storage. La serie 3000 è composta dai System Storage Ds3200 e Ds3400. Entrambi propongono un modello single-controller di ingresso e un modello dual-controller, per aiutare a mantenere la disponibilità dei dati. Il Ds3200 è una soluzione di accesso diretto, che offre supporto per il clustering e fornisce connessione Sas a 3 Gbps all'host. Si tratta di una soluzione flessibile per i server System x e per server di altri vendor. Il Ds3400, che può essere collegato direttamente o usato in una configurazione San, accoglie la connettività Fc a 4 Gbps. Si mette a disposizione dei System x, i BladeCenter, e altri server di terzi selezionati. Entrambi i sistemi supportano 12 hard disk Sas, per un totale di 3,6 Tb, e fino a tre enclosure Exp3000 per un'occorrenza superiore ai 14,4 Tb di capacità, che consentono una scalabilità dei sistemi di storage fino a 48 hard disk.


Lsi Logic ha rilasciato, invece, l'Engenio 1932, sistema storage dotato di connettività host Fc e di tecnologia back-end Sas. Missione del 1932 è proporre una soluzione San accessibile per la disponibilità, la scalabilità e il consolidamento dei dati. Come terzo membro della famiglia di array Engenio gestiti tramite Simplicity, il 1932 si indirizza a utenti di imprese suddivise in reparti o sedi distaccate che debbano integrare storage a basso costo in ambienti Fc preesistenti per assecondare crescita e connettività. Ma il sistema può essere implementato anche in configurazione Das per poi passare a una configurazione San. Engenio 1932 ha una struttura modulare che parte da una configurazione da 12 drive scalabile fino a 48, offrendo oltre 14 Tb di storage tramite l'impiego di drive Sas da 300 Gb.


Sempre in ambito storage, Quantum ha annunciato le prime soluzioni di backup su disco che incorporano tecnologie di de-duplicazione e replicazione dei dati. Si tratta dei dispositivi Dxi3500 e Dxi5500, che eliminano i dati ridondanti e consentono di stivare da 10 a 50 volte più dati di backup su un disco di recovery rapido, e memorizzare a costi accettabili dati per mesi anziché giorni. La tecnologia di de-duplicazione dati offre la replicazione remota su rete geografica dei dati di backup quale metodo di disaster recovery fra siti distribuiti. I Dxi3500 e Dxi5500 possono essere presentati al software di backup come punti di montaggio Nas o come una Vtl con interconnessione o Fc o iScsi.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here