Storage, qualche segnale di ripresa

Arriva un timido segnale di ripresa per il mercato del software di storage. Lo evidenzia Idc, che sottolinea come nonostante nel secondo trimestre rispetto all’anno scorso il comparto debba registrare un regresso del 9,8%, a 2,8 miliardi di dollari, a …

Arriva un timido segnale di ripresa per il mercato del software di storage. Lo evidenzia Idc, che sottolinea come nonostante nel secondo trimestre rispetto all’anno scorso il comparto debba registrare un regresso del 9,8%, a 2,8 miliardi di dollari, a livello sequenziale, cioè tra il primo e il secondo trimestre del 2009 si è registrata una crescita dell’ordine del 5% per quanto riguarda le soluzioni di replication e del 3% per quelle di data protection e recovery management.

Sul fronte dei sistemi fisici di storage, invece, si parla di un calo del 18,7% anno su anno, per un giro d’affari di 5,7 miliardi di dollari. Il tutto per una capacità di 2.345 Petabyte rilasciati, in crescita del 15,2% anno su anno.

In generale, Idc descrive un comparto che risente della debolezza complessiva dell’economia, anche se qualche punta di eccellenza rimane, come nell’area delle soluzioni iScsi San e nell’Fc San, oltre, naturalmente, in quella dei sistemi di fascia entry, che hanno prezzi d’ingresso più abbordabili per le imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome