Start-up innovative, Unioncamere e Mise spiegano la policy nazionale di sostegno

Previsto per le prossime settimane un ricco calendario di seminari in diverse città italiane per avvicinare e informare studenti, ricercatori, imprenditori, professionisti e consulenti aziendali sul mondo delle start-up.

A fine 2012, il “Decreto Crescita 2.0” ha
introdotto una vasta gamma di misure per sostenere le nuove imprese innovative
ad alto valore tecnologico, potenziale motore di competitività e rilancio per
il nostro tessuto imprenditoriale.

A distanza di due anni, il complesso
normativo, costituito da agevolazioni fiscali, alleggerimenti burocratici,
semplificazioni in materia di gestione societaria e dei rapporti di lavoro,
strumenti ad hoc per l’accesso al credito e favorire gli investimenti, è stato
portato a completa attuazione e sta producendo numeri incoraggianti: i dati più
aggiornati della sezione speciale del Registro delle imprese evidenziano oltre 2.700
startup innovative iscritte, che, considerando un incremento medio settimanale
di circa 30 unità, dovrebbero superare quota 3 mila entro la fine dell’anno.

Individuando nelle startup innovative
un’opportunità per lo sviluppo economico dei territori, Unioncamere, in
collaborazione con il Ministero dello sviluppo economico, organizza per fine
anno un ricco calendario di seminari in diverse città italiane per avvicinare e
informare studenti, ricercatori, imprenditori, professionisti e consulenti aziendali
sul mondo delle startup innovative e sulla policy nazionale di sostegno.

La partecipazione agli incontri è gratuita. Le tappe previste sono: il 14
novembre a Treviso, il 21
novembre a Torino, il 24
novembre a Trento, il 25
novembre a Campobasso, il 27
novembre a Genova, il 2
dicembre a Salerno e il 4
dicembre a Bari.

I programmi dei seminari e le modalità di iscrizione
saranno resi disponibili tramite i siti web delle Camere di Commercio
interessate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here