Sprint, Philips, Lenovo: si taglia

Continuano le riduzioni di organico nei grossi gruppi internazionali.

Il bollettino di guerra della crisi porta i numeri dei tagli che le aziende annunciano nei loro organici.

Oggi tocca a Sprint Nextel, che annuncia riduzioni per 8.000 unità, pari al 14% della forza lavoro, con l'obiettivo di risparmiare qualcosa come 1,2 miliardi di dollari l'anno. 

Un taglio significativo, inferiore però a quello annunciato alla fine dell'anno dalla diretta concorrente At&t, che di licenziamenti ne annunciò 12.000. 

Da parte sua, l'olandese Philips, dopo aver preannunciato un importante progetto di ristrutturazione, con l'obiettivo di risparmiare 400 milioni di euro l'anno,, comunica un piano di licenziamenti per 6.000 unità.

Sono meno, 2.500 unità, i posti di lavoro che, come preannunciato, Lenovo taglierà entro la fine del mese.
La società però rassicura: non cene saranno altri.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome