Spinoff al silicio per Nec

Nec Corporation, secondo maggior costruttore di componenti elettronici del mondo, potrebbe trasformare in una società indipendente la sua divisione Electron Devices. Lo spinoff potrebbe dar luogo a una successiva Opa, con una "tracking stoc …

Nec Corporation, secondo maggior costruttore di componenti
elettronici del mondo, potrebbe trasformare in una società
indipendente la sua divisione Electron Devices. Lo spinoff potrebbe
dar luogo a una successiva Opa, con una "tracking stock" quotata a
far data da aprile 2002. Lo ha affermato in una intervista concessa
al Wall Street Journal il presidente di Nec Hajime Sasaki. Electron
Devices costruisce un'ampia gamma di microchip e dispositivi come i
pannelli a cristalli liquidi per i monitor piatti destinati a
computer, telefonici e altri apparecchi. La divisione conta su 43mila
dipendenti e ha un fatturato di 10 miliardi di dollari al bilancio
chiuso nel marzo scorso. Una cifra che equivale a un quinto
dell'intero giro d'affari del gruppo Nec.
La notizia giunge in un momento in cui Nec torna a registrare un
profitto, nel semestre concluso a settembre, dopo le perdite di un
anno fa. L'ottimismo ha spinto il colosso giapponese a incrementare
di un quinto le stime di fatturato per l'anno 2001. Secondo Sasaki
potrebbero essere necessari altri 18 mesi prima della decisione
finale sulla quotazione dello spinoff, in modo da analizzare a fondo
la nuova struttura. All'inizio di quest'anno, Nec aveva annunciato
una ristrutturazione in tre business unit principali. Sasaki avrebbe
anche consultato il chief executive di Lucent Microelectronics, John
Dickinson, in merito alla decisione di quotare le attività di
produzione di quest'ultima.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here