SpaceMobile

Lo spazio è da sempre, sia tecnologicamente che nell’immaginario, la prossima frontiera da conquistare, e ora sembra stia diventando sempre più anche la nuova frontiera della connettività Internet: fa parte di questo trend SpaceMobile.

SpaceMobile è un progetto di AST & Science, che, insieme ai suoi partner, sta realizzando la prima rete a banda larga cellulare basata sullo spazio progettata per essere accessibile tramite normali smartphone e che fornirà connettività all’inizio 4G, e successivamente anche 5G, ovunque sul nostro pianeta.

SpaceMobile

L’obiettivo è di raggiungere, con questa connettività proveniente dallo spazio, anche l’angolo più remoto del pianeta, senza dover ricorrere a costose e complesse infrastrutture hardware. Peraltro, una connettività di questo tipo può rivelarsi particolarmente preziosa anche nei casi di calamità naturali che interrompono le connessioni tradizionali.

SpaceMobile è una rete satellitare low-Earth-orbit (LEO) a bassa latenza che, sottolinea AST & Science, sarà la prima al mondo a far connettere direttamente gli smartphone standard.

SpaceMobile
Il CEO di Rakuten Mickey Mikitani e Abel Avellan, Chairman e CEO di AST & Science

L’idea sembra convincere il mercato: Rakuten e Vodafone hanno infatti annunciato il loro sostegno al progetto, di cui sono diventati i principali investitori, unendosi ad AST & Science nell'impresa di estendere la copertura mobile a più persone e dispositivi in tutto il pianeta, utilizzando la prima rete mobile a banda larga che verrà trasmessa dallo spazio.

AST & Science ha annunciato che inizialmente offrirà servizi 4G a reti partner a livello globale, con il 5G che arriverà in futuro. Il network SpaceMobile consentirà il roaming continuo da e verso le reti cellulari terrestri a data rate comparabili, senza la necessità di hardware satellitare specializzato.

Oltre al suo investimento in AST & Science, Vodafone ha concordato anche una partnership strategica e contribuirà con competenze tecniche, operative e normative a supporto dell'implementazione globale di SpaceMobile.

SpaceMobile

AST & Science ha già testato con successo la sua tecnologia SpaceMobile a bordo del satellite BlueWalker 1, lanciato nell'aprile 2019, e ha ulteriormente validato la tecnologia dopo il volo iniziale.

Il nuovo investimento porta il capitale totale raccolto da AST & Science, ha informato la società, a 128 milioni di dollari USA, inclusi i primi investimenti di Cisneros e del fondatore Abel Avellan.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome