Soluzioni e strategie dei player del settore

Telefoni, server e applicazioni per tutte le esigenze. I più importanti vendor mondiali del mercato dell’Ip telephony tendono a differenziare l’offerta, per attrarre soprattutto le Pmi.

Le aziende che, in queste pagine, illustrano la propria offerta rappresentano, secondo un’analisi di Meta Group dello scorso settembre, le realtà più significative dell’Ip telephony a livello mondiale. Manca solamente Nec, poco presente nel nostro Paese.


In particolare, l’area destinata ai leader ospita Avaya in pole position e Cisco subito dietro, mentre Alcatel, Nortel, Siemens e Mitel rappresentano il gruppo dei challanger, tallonato da 3Com e Nec. Si tratta, tuttavia, di un quadro in forte evoluzione: la battaglia per la conquista di quote di mercato è in pieno svolgimento.


Va evidenziato, inoltre, che sul campo ci sono aziende molto differenti. Alcune, come 3Com e Cisco, vengono dal networking e solo da poco si occupano di telefonia. Viceversa, gli altri forniscono da sempre centralini alle aziende e hanno saputo trasformare il proprio business sull’onda della telefonia Ip e della convergenza. In più, hanno una base installata di tutto rispetto da trasformare in VoIp.

3Com


Il vendor ha fortemente contribuito alla convergenza fin dall’introduzione, nel 1998, del primo centralino Ip Pbx: il sistema 3Com Nbx. Da allora, la società ha sviluppato un’architettura per un softswitch distribuito per At&T e, nel 1999, ha introdotto il primo softswitch commerciale per i carrier. L’impegno di 3Com a favore di architetture per la telefonia su Ip aperte e basate su standard favorisce l’uso di applicazioni e apparati anch’essi standard, evitando ai clienti di legarsi a soluzioni proprietarie o a vecchie tecnologie di commutazione Tdm (Time division multiplexing) abilitate Ip tramite l’aggiunta di ulteriori accessori.


L’offerta di 3Com nel settore della telefonia Ip si articola attraverso due grandi categorie di soluzioni: il sistema Vcx (Voice Core eXchange) e il sistema Nbx.


Progettato per campus aziendali, ambienti distribuiti su più sedi e reti multinazionali, il sistema Vcx V7000 offre servizi di telefonia Ip basati su protocollo Sip per organizzazioni di grandi dimensioni ed è formato da componenti software modulari che provvedono al controllo delle chiamate, alla segnalazione, realizzazione di applicazioni e controllo dei media, indipendentemente dal dispositivo di accesso e dalla velocità. Facendo leva su reti Lan e Wan cablate o wireless, la soluzione garantisce caratteristiche e funzionalità di classe enterprise che rafforzano la comunicazione e la produttività, riducendo al tempo stesso i costi della telefonia.


La seconda famiglia di soluzioni per la telefonia in rete, 3Com Nbx, offre una serie di funzioni affidabili per l’elaborazione delle chiamate, oltre a una suite di applicazioni di telefonia. Progettata per uffici centrali o filiali con un numero di apparecchi telefonici variabile da due a oltre mille per sede, la soluzione è dotata di software di sistema che semplifica l’integrazione delle applicazioni di terzi e offre ampie opzioni di connettività Ip per sedi multiple.

Alcatel


L’offerta della casa francese in ambito Ip telephony si chiama OmniPcx e si declina in due versioni: Enterprise per le aziende medio-grandi e Office per le Pmi. In particolare, Alcatel OmniPcx Office è un server di comunicazione preconfigurato che integra, in un unico sistema, la voce (Ip o Tdm), l’accesso a Internet, la gestione di e-mail, call center e uno switch per la rete locale. La soluzione è modulare e può adattarsi a tutte le configurazioni richieste dagli utenti, rispondendo all’organizzazione dell’impresa e alle sue necessità.


La recente versione 3.0 dell’OmniPcx Office viene fornita con l’integrazione di due importanti applicazioni per il business dell’impresa: OmniTouch Call Center Office, una soluzione per la gestione delle relazioni con il cliente che offre funzionalità di call center (fino a 32 agenti) e Nomadic Web Communication Assistant, un’applicazione thin-client based che consente a tutti gli utenti dell’azienda, interni ed esterni, di accedere ai messaggi vocali e alle e-mail personali tramite un semplice browser Web.


Sempre sul fronte applicativo, dal 2004, Alcatel propone OmniTouch Unified Communication una suite costituita da quattro moduli web-based che si avvale di recenti standard e tecnologie Internet, tra le quali Xml/Soap (Simple Object Access Protocol), Sip e Voice Xml. I moduli forniscono messaggistica unificata, funzioni telefoniche avanzate (per esempio click to dial, unified directory access e call log), servizi per gli utenti mobili, audio e videoconferenza. Recentemente Alcatel ha avviato un progetto che prevede l’attivazione di servizi di Ip telephony per oltre 30 sedi del gruppo Fiat entro il primo semestre 2005, con circa 20.000 utenti.

Avaya


La società, protagonista della recente acquisizione della concorrente tedesca Tenovis, propone una gamma di sistemi e applicazioni di comunicazione Ip per ogni tipo di azienda, supportata da una vasta offerta di servizi di consulenza, sicurezza, manutenzione.


Alle Pmi, in particolare, Avaya propone la famiglia di prodotti Ip Office, sul mercato da due anni e venduta in oltre 35.000 unità. Dispone di firewall integrato per la protezione della rete, accesso Internet, connettività wireless, funzionalità di messaging avanzate e sistema di chiamata a tre vie, funzioni riscontrabili normalmente soltanto in sistemi più grandi e complessi. Il tutto è fornito tramite una singola unità compatta che permette di gestire l’intero sistema di comunicazione da un notebook o da un personal computer.


Il vendor propone, inoltre, un portafoglio completo di applicazioni, chiamato MultiVantage Communications Applications, che unisce le applicazioni Avaya per telefonia (contact center, messaging e comunicazioni unificate) alle funzionalità di Communication Manager, il principale pacchetto software Avaya per la telefonia Ip, destinato alle aziende con oltre 100 utenti (fino a 36mila in un unico sistema). Grazie a questa suite, le aziende possono accedere a un unico portafoglio di applicazioni basate su standard che estendono la portata del software per la telefonia Ip Avaya a qualunque funzione e ramo d’impresa. Nella visione dell’azienda, infatti, man mano che l’adozione della telefonia Ip accelera, sempre più vengono percepiti i vantaggi competitivi derivanti dall’integrare applicazioni avanzate per la comunicazione all’interno dei processi di business.


Avaya ha, inoltre, partnership con Microsoft e Hp per realizzare soluzioni business per Avaya IP Office.


Secondo la società di analisi Synergy, Avaya nel terzo trimestre 2004 deteneva un quota di mercato mondiale pari al 25% del giro d’affari complessivo della telefonia Ip enterprise.



Cisco Systems


Una rete convergente deve offrire un livello di affidabilità e flessibilità superiore. Le soluzioni Cisco Ip Telephony fanno proprio questo: appositamente progettate per ambienti di rete convergenti, sono comunque in grado di comunicare con i centralini Tdm e i sistemi di messaggistica vocale esistenti. L’architettura della soluzione si compone di una serie di elementi.


Il primo è costituito dai terminali utilizzati dagli utenti: telefoni da scrivania alimentabili attraverso la connessione Ethernet, telefoni wireless Wi-Fi 802.11b, pc con telefoni software e stazioni per l’audioconferenza. I telefoni Ip Cisco hanno tutte le funzioni presenti nei telefoni tradizionali, ma a queste aggiungono altre funzionalità più sofisticate come la possibilità di accedere a siti e informazioni Web, grazie alla presenza di schermi Lcd grafici. In particolare, l’innovativo Cisco Ip Phone 7970g è dotato di touch screen a colori ad alta risoluzione e si propone come elemento chiave per la comunicazione interpersonale multimediale. Ogni spostamento, aggiunta o cambiamento di configurazione è virtualmente istantaneo in quanto ogni singolo profilo è strettamente legato agli apparati o agli utenti stessi, indipendentemente dalla loro localizzazione fisica. I telefoni Ip Cisco possono poi "parlare" con i pc: se questi sono equipaggiati con Cisco Vt Advantage, ovvero webcam e relativo driver software.


Il secondo elemento è rappresentato da CallManager, il cuore del sistema di Ip Telephony, che gestisce le chiamate audio e video, i telefoni Ip, i gateway VoIp verso la rete telefonica tradizionale, le applicazioni multimediali collegate. Cisco Callmanager 4.1 interopera in totale sicurezza anche con l’ampia gamma di Cisco Media Gateway, inclusa la nuova linea di Integrated Services Router (Isr).


La configurazione in cluster di Cisco CallManager può consentire la gestione in totale affidabilità di decine di migliaia di telefoni Ip, posti anche in siti distribuiti geograficamente.


Il terzo cardine della soluzione Cisco sono le numerose applicazioni, che sono indipendenti fisicamente dall’infrastruttura di gestione delle chiamate e della voce e possono risiedere ovunque nella rete.


Secondo un recente test indipendente condotto dalla società Miercom, Cisco offre le soluzioni di Ip Communications più sicure attualmente disponibili sul mercato.


Recentemente, la società ha elevato ulteriormente il livello di riferimento in tema di sicurezza: le estensioni introdotte con CallManager 4.1 si integrano nella strategia Self-defending network mediante un approccio integrato a livello di sistema.

Mitel


Il completo portfolio Mitel di applicazioni, dispositivi desktop e piattaforme risponde alle attuali esigenze aziendali di comunicazione fornendo facilità di accesso, di personalizzazione e di controllo indipendentemente dall’ambiente in cui si opera. In particolare, Mitel 3300 Integrated Communications Platform (Icp) fornisce alle imprese una soluzione di comunicazione progettata per supportare da 30 a 60mila utenti. Offre capacità di Ip Pbx e un’ampia gamma di applicazioni integrate, come standard unified messaging, auto-attendant, Acd e wireless gateway.


In grado di operare su qualsiasi infrastruttura Lan/Wan, fornisce Ip networking senza interruzioni, permettendo una trasparenza di funzionalità all’interno di un ambiente distribuito.


Grazie a oltre 30 anni di esperienza nel mondo delle telecomunicazioni, il sistema supporta oltre 500 funzionalità di telefonia, che sono a disposizione degli utenti attraverso facili interfacce, anche Web based, e un’ampia suite di applicazioni, inclusi la collaborazione multimediale, il contact center e il telelavoro.


Con Mitel 3300 ICP le imprese hanno anche l’opportunità di abilitare la soluzione Tdm esistente all’Ip, proteggendo gli investimenti già effettuati e sfruttando al contempo tutti i vantaggi di un’infrastruttura convergente. Il sistema si integra, inoltre, con la più vasta gamma di dispositivi desktop del mercato: dai telefoni di fascia bassa, dotati di limitate funzionalità, a dispositivi Ip di nuova generazione con Web browsing, a telefoni wireless (Wi Fi o Ip Dect) e dispositivi di conferenza Ip.


Inoltre, sul fronte delle applicazioni Mitel fornisce Your Assistant, uno strumento di produttività individuale pc based che permette di accedere e gestire diversi strumenti di collaborazione, come l’instant messaging sicuro, e rende disponibili informazioni quali presenza e rintracciabilità degli altri utenti.


L’azienda canadese propone anche soluzioni applicative specifiche per i contact center e per il telelavoro.


Nortel Networks


La multimedialità è al centro delle novità annunciate di recente da Nortel per ampliare l’offerta in ambito Ip telephony. Le nuove soluzioni create per sfruttare il Session initiation protocol (Sip), tutte conformi agli standard del settore, sono state sviluppate per consentire un nuovo modello di business basato sul concetto di azienda virtuale, secondo il quale il lavoro è concepito come un’attività e non più come un luogo stabilito.


Fra queste novità, citiamo Communications Server 1000, Versione 4.0. Questo nuovo software per i call server integrerà perfettamente la telefonia di livello professionale del Communication Server 1000 con le applicazioni multimediali Mcs 5100 di tipo Sip per offrire servizi vocali, dati e video ad alta affidabilità e multifunzionalità ad utenti presenti in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, incrementando la mobilità, la collaborazione e la produttività. Le funzioni del software aumentano la flessibilità di utilizzazione con miglioramenti della scalabilità, compresi ridondanza, distribuzione geografica e mirroring dei call server.


Il Multimedia Communications Server (Mcs) 5100 offre gestione vocale e delle chiamate, videochiamate da desktop, strumenti di collaborazione e servizi di personalizzazione alla forza lavoro geograficamente remota. La versione 3.0 offre capacità video migliorate con videoconferenza multi-point, nuove capacità di Instant Messaging e la collaborazione con applicazioni Web, che consente di condividere in tempo reale applicazioni e documenti.


Communication Server 2100, invece, è progettato per la grande azienda che necessita di affidabilità di livello carrier, e consente la dispersione geografica dei call server per rispondere alle esigenze dei clienti e ai casi aziendali specifici. Fornisce supporto esteso per il protocollo Sip e i nuovi telefoni wireless Ip. Basato sugli standard di settore, può accogliere applicazioni e gateway di terze parti.


Inoltre, Symposium Call Center Server nella nuova versione migliora il routing della rete basato sulle competenze, per offrire maggiore flessibilità alle aziende che creano un centro contatti virtuale, garantendo che le chiamate dei clienti siano indirizzate direttamente alla persona più idonea.


Gli aggiornamenti per i futuri centri di contatto offriranno capacità multimediali utilizzando dispositivi abilitati al Sip, offrendo capacità cablate e wireless, video, chat e Instant Messaging per aumentare la collaborazione con i clienti.


Sul fronte dei terminali Ip, Nortel offre un’ampia gamma comprendente modelli con display full-color, compatibilità Bluetooth e supporto periferico Usb.

Siemens


Le organizzazioni stanno sperimentando cambiamenti profondi in relazione a tutte le problematiche connesse alla gestione della voce e dei dati. Questo fenomeno si riconduce al tema della convergenza e in Siemens è identificato come Second Generation Ip (2gIp).


La 2gIp è il concetto per il quale la comunicazione in tutte le sue forme (posta elettronica, voce, messaggistica, prenotazioni e via dicendo) si realizza trasparentemente attraverso qualsiasi tipo di rete, media e di-spositivo. Si sviluppano, quindi, rapidamente nuovi bisogni funzionali, che non necessariamente sono legati ai contenuti tecnologici di pura connettività.


Siemens propone diverse piattaforme di comunicazione HiPath che sono in grado di assicurare elevati livelli di affidabilità e qualità del servizio, privilegiando una logica di realizzazione che risponde alle esigenze sia delle organizzazioni più complesse che di quelle più piccole. Queste soluzioni possono essere messe in opera in contesti operativi distribuiti o centralizzati.


Un altro aspetto interessante, che rafforza ulteriormente il concetto di Second Generation Ip è che Siemens concepisce questo passaggio come apertura innovativa della piattaforma voce al mondo It; il vero arricchimento per l’utente non deriva, infatti, solo dalla piattaforma, ma anche dalle applicazioni che si possono costruire su di essa. Siemens sta facendo un enorme sforzo, anche finanziario, per realizzare piattaforme software di gestione della voce. Ad esempio, negli Stati Uniti, un centro di ricerca e sviluppo sul software per la Real Time Communication ha realizzato in pochissimo tempo una prima piattaforma di comunicazione per la gestione della presenza, concretizzando il concetto di raggiungibilità dal punto di vista della comunicazione voce e dati, indipendentemente dal tipo di rete, dispositivo e media utilizzati. La piattaforma si chiama HiPath OpenScape. Completata a giugno dell’anno scorso, è stata immessa sul mercato all’inizio di quest’anno e sta raccogliendo un significativo interesse.


Come noto, una soluzione di Voice over Ip offre la possibilità di contenere i costi di infrastruttura e di gestione. Attraverso innovativi strumenti messi a punto anche con il contributo di consulenti esterni, Siemens è in grado oggi di dimostrare i reali ritorni offerti dal punto di vista della produttività.


Tra le soluzioni disponibili ricordiamo il tool HiPath Business Case Builder.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here