Soloinrete cerca partner

la società propone un software di contact management su piattaforma open source, indirizzato a realtà di dimensioni medio piccole

16 maggio 2003 Nata nel 2000 come portale per la consulenza
online, Soloinrete si è trovata dopo poco più di due anni in qualche modo
“forzata” a cambiare il proprio business model, che al momento della
nascita puntava a significativi introiti dalla pubblicità. Oggi, la società
mantiene sempre la consulenza (se pure a pagamento) al centro del proprio
business, ma cerca nuovi sbocchi. Uno è rappresentato dalla consulenza onsite,
diretta derivazione del business primario, l'altro da una soluzione
sviluppata “in casa”
.
Lo scorso anno, Soloinrete ha sviluppato Replyer, un software di contact management su piattaforma open source, indirizzato in modo specifico a tutte quelle realtà di dimensioni medio piccole per le quali l'investimento in una soluzione di Crm è poco sostenibile.
E dunque Soloinrete ha scelto di partecipare all'edizione di Ict Trade 2003 con l'obiettivo di rafforzare le azioni già in atto per la creazione di un canale distributivo per Replyer.
Il prodotto è disponibile sia come licenza, sia in modalità Asp, e, quel che più conta, è utilizzabile come add on di soluzioni web sviluppate da terze parti.
In questo momento, Soloinrete ha già tre accordi in essere: uno applicativo, con Il Secolo XIX, e due commerciali. Il primo con Datasiel, che proporrà Replyer alla Pal ligure, e il secondo con Telecom, un un'ottica di Business Solution Partner.
L'azienda cerca però nuovi partner, in particolare system integrator, interessati a proporre la soluzione a integrazione delle applicazioni da loro sviluppate.
Quanto ai costi, Replyer viene proposto da un minimo di 100 a un massimo di 500 euro al mese in modalità hosting, a partire da 3000 euro al mese in modalità housing e a 48.000 euro come licenza completa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome