Soldi veri e certi per le Pmi. Stanno arrivando

In giugno la Cassa Depositi e prestiti inizierà a erogare alle banche i fondi per le Pmi


I soldi veri, e certi che Emma Marcegaglia chiedeva al governo stanno arrivando. Entro i primi quindici giorni di giugno la Cassa depositi e prestiti sarà in grado di erogare indirettamente, attraverso gli sportelli delle banche, la prima tranche dei finanziamenti alle Piccole e medie imprese previsti dal piano anti-crisi del Governo per una cifra compresa tra i 5 e gli 8 miliardi di euro.

Entro fine maggio, la Cassa prevede di firmare una speciale convenzione con l'Abi, passaggio necessario per stabilire le modalità di assegnazione alle banche dei fondi dedicati alle Pmi, calibrati sulla quota di mercato di ciascun istituto: questo meccanismo eviterà che la Cassa entri in concorrenza con le banche perché via Goito non finanzierà direttamente le Pmi, non si assumerà il rischio-impresa ma solo il rischio-banca.


Per agevolare il sistema bancario, oltre alla Cassa che metterà a disposizione la sua liquidità (consentendo alle Pmi di risparmiare e molto rispetto ai costi dei prestiti bancari), in questa iniziativa avrà un ruolo anche la Sace che dovrebbe garantire fino al 50% del rischio-impresa: le Pmi saranno chiamate a utilizzare come collaterale i crediti vantati verso la Pa o nei confronti di altre imprese.






LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here