Home Speciale Software gestionali italiani per le Pmi italiane

Software gestionali italiani per le Pmi italiane

In questo momento storico, di emergenza, sanitaria ed economica, alle aziende italiane è stato rivolto da più parti, dalla politica alle associazioni, l’invito a fare ancora di più quadrato, sistema, rete, e di farlo con soluzioni, prodotti e software nazionali. 

Nel settore del software per la gestione d’impresa questo significa guardare a soluzioni che se non hanno una radice totalmente tricolore, hanno comunque una forte componente di localizzazione, capace di connotare la proposta tecnologica.

Abbiamo selezionato le principali aziende che operano in Italia e che si rivolgono alle Pmi, per costruire un quadro d’insieme il più possibile realistico delle grandi possibilità che il software italiano offre alle aziende italiane.

La spiccata particolarità del tessuto imprenditoriale italiano si riflette inevitabilmente anche nel mondo dei gestionali.

Al fianco dei grandi ERP in grado di abbracciare ogni funzione, per realtà con migliaia di utenti, nel nostro Paese è indispensabile offrire una moltitudine di software e soluzioni per ogni ordine e dimensione di azienda.

Un aspetto scontato solo all’apparenza, perché nella pratica mettere a punto gestionali al servizio della PMI come dell’artigiano o del singolo professionista è un impegno non da poco, considerando anche il potenziale mercato comunque per forza di cose limitato.

Ne scaturisce un interessante panorama, unico come è unica l’Italia, frutto anche di una dinamica fase di acquisizioni, probabilmente non ancora del tutto esaurita.

Una quantità e una varietà di opportunità da cogliere per chi è pronto a tradurre in software le svariate esigenze e garantirne l’evoluzione, a partire dal cloud. Analizziamo quindi le proposte delle principali realtà software.

Wolters Kluwer

Riuniti sotto il marchio Wolters Kluwer oggi si trovano alcuni dei nomi storici nel mondo gestionale italiano rivolto a PMI e professionisti, con particolare attenzione all’ambiente normativo.

IPSOA, Osra, Artel, OA Sistemi coprono infatti un’offerta rivolta a Commercialisti, Consulenti del lavoro, Avvocati, Notai, Aziende e Pubblica Amministrazione.

In particolare, per gli avvocati le proposte sono due: Kleos e Suite Avvocato Elite. Con grande attenzione agli indispensabili standard di sicurezza elevati, sfrutta il cloud per garantire collaborazione. Nel secondo caso, spingendosi fino a ottimizzare l’organizzazione interna.

Due le opzioni di gestionali proposte anche ai notai, Notaio Next e Suite Notaro SaaS. Il primo, più vicino agli aspetti organizzativi di uno studio, pur senza sottovalutare naturalmente le questioni operative. Spazio però, a cruscotti di analisi, così come alla programmazione delle attività. Con Suite Notaro SaaS, attenzione particolare alle pratiche e al relativo ciclo di vita, raccogliendo in un unico pacchetto ogni strumento necessario, dalla creazione all’archiviazione, seguendo ogni passaggio.

Più specifica ancore Suite Ufficio Legale, pensata per la divisione interna di un’azienda, in modo da poter contare su informazioni organizzate, affidabili e prontamente accessibili. Semplificazione, organizzazione, automazione e monitoraggio delle attività tipiche sono alla base di ogni modulo destinato a gestire contrattualistica, pareristica, contenzioso giudiziale e stragiudiziale, tutela di marchi e brevetti. Con in più funzioni utili ad analizzare i costi di affidamento e la produttività dei legali esterni, pianificare l’attività interna entro il perimetro di ruoli e competenze assegnati a ciascun attore. Tutto, integrato in un sistema di collaborazione interna.

Più in generale, per un’attività aziendale si può partire da Arca eGo, grazie al quale gestire il ciclo attivo, dall’ordine alla fattura, oltre a catalogare listini per prodotti singoli, e seguire i rapporti con i partner.

Con il tempo, spesso la complessità di dati, informazioni e relativi flussi aumentano. Diventa allora utile pensare ad Arca Evolution, in grado di introdurre gli automatismi necessari a ridurre i rischi di operazioni manuali ripetute e fornire nuovi criteri di analisi e reportistica.

Altri  due moduli Wolters Kluwer li dedica alla PA per gli aspetti di sicurezza e salute e in particolare ai Consulenti. Simpledo si occupa di governance del patrimonio informativo aziendale, coprendo tracciabilità dei processi e monitoraggio di performance e KPI.

Suite Sicurezza Lavoro invece, è pensato per consentire ai consulenti seguire meglio i propri clienti. Tra le funzionalità, creazione guidata di documenti di valutazione dei rischi personalizzati, controllo delle scadenze dei propri clienti, pianificazione formazione e degli interventi sugli impianti e sulle macchine.

SB Italia

Più di un fornitore di ERP, SB Italia preferisce rientrare nella categoria dei system integrator. Capace quindi di aggiungere una nuova soluzione, o migrare quella esistente, salvaguardando il patrimonio informativo presente in azienda.

Un’attività svolta contando su tutte le principali competenze intere, necessarie per il disegno e lo sviluppo dei progetti. Per chi intende guardare oltre in prospettiva, grazie anche a un team di sviluppo pronto a lavorare su soluzioni applicative sia in ambito ECM, document management e workflow, sia BI & Analytics.

Sono tre le opzioni principali proposte da SB Italia. A partire da una delle più standard, SAP Business One. Una soluzione capace di contare su un parco utenti molto diffuso e internazionale, interessante soprattutto per chi vuole partire da una piattaforma consolidata.

Dove invece inizia a emergere una maggiore esigenza di flessibilità, a partire dalle attività più piccole, si può guardare ad Agevole. La repentina diffusione dello smartworking ne rivaluta le potenzialità di software costruito espressamente su queste esigenze. D’altra parte, importanti anche gli spazi di personalizzazione, a livello di schede e report gestibili anche in prima persona.

Sopra, per dimensione aziendale, si colloca invece Panthera, sistema ERP definito di seconda generazione. L’idea è fornire una piattaforma modulare all’interno della quale costruire una soluzione su misura. Approccio importante anche sotto il profilo dei costi, qualora si ritenga di dover sfruttare solo una parte delle funzioni coperte in generale da un ERP.

Zucchetti

Modularità e personalizzazione sono requisiti indispensabili del mercato italiano a cui si allinea Zucchetti. Partendo dal presupposto di collocare in ERP al centro dell’infrastruttura software di un’azienda, dimensioni, portata e funzionalità devono essere plasmate a piacere. All’occorrenza, estese alle altre aree, tra cui gestione documentale, CRM, business intelligence, fatturazione elettronica, conservazione digitale, ecc., anche se non formalmente riconducibili al gestionale, ormai diventate parte integrante in una gestione dei processi.

Diverse le possibilità di scelta iniziale, classificate e proporzionate alla dimensione da coprire. Al livello più altro, un trio composto da ERP Ad Hoc Infinity, Mago4 Enterprise e Ad Hoc Enterprise. Il primo, è un gestionale fortemente orientato al Web, pensato anche per integrarsi con ogni altro processo aziendale.  La versione Mago4 Enterprise Edition invece, ei rivolge a chi deve affrontare continue e improvvise variazioni di domanda nel proprio settore. Ad Hoc Enterprise infine, vuole essere una sorta di soluzione tutto compreso, per chi vuole partire sapendo di poter contare subito su ogni possibile supporto.

Per le PMI si parte da Ad Hoc Revolution all’insegna di modularità e scalabilità con ampi spazi di personalizzazione. Si prosegue con Mago4 Professional pensato invece per chi non vuole dedicarsi più del necessario a destreggiarsi tra nuovi strumenti, ma vuole puntare subito all’operatività, coprendo una larga serie di attività. Più specifico è Onda, rivolto espressamente ai processi di contabilità e amministrazione, vendite e acquisti, magazzino e logistica, produzione e controllo di gestione. Infine, quando un’organizzazione inizia a crescere, può essere utile rivolgersi a Gestionale 2 pronto a gestire problematiche anche complesse legate alla contabilità generale e analitica, al magazzino, alla produzione, ai clienti e ai fornitori.

Tre anche le proposte di base rivolte al mondo dei professionisti e della attività più ridotte per numero di addetti, pensando prima di tutto alla semplicità d’uso. Mago4 Professional Lite Edition è come prevedibile una versione semplificata, per chi comunque opera in attività con un certo livello intrinseco di complessità di parla di servizi, commercio, logistica e distribuzione. Meno specifico è Gestionale 1, pronto però per essere gestito in prima persona sin dalle fasi di installazione e configurazione. Chiude la carrellata Zucchetti, MicroInfinity ERP, gestionale fruibile in modalità SaaS (Software as a Service), riducendo praticamente la fase iniziale a un accesso via browser o poco più. Oltre a evitare le incombenze sulla gestione hardware, aumenta anche la flessibilità in termini di mobility.

software

TeamSystem

Molto lineare l’organizzazione TeamSystem, con due categorie principali nelle quali suddividere l’offerta, entrambe con spazi di manovra su margine e moduli accessori. Uno dei nomi storici del settore ERP in Italia è rappresentato prima di tutto da Enterprise. Al suo interno però, una modularità decisamente ampia per settori, permette di raggiungere configurazioni particolarmente personalizzate.

A combinare il risultato, la disponibilità via Web e quindi anche in piena mobilità, con l’utilizzo agevolato dalla priorità visiva alle funzioni più utilizzate. Inoltre, la nuova interfaccia si collega direttamente alle altre piattaforme dell’ecosistema TeamSystem, tra cui il centralino software in cloud.

Ai professionisti e agli studi è invece rivolto Experience. In queste situazioni, la semplicità deve essere priorità assoluta, e l’intero sistema deve ruotare intorno alla singola persona e non viceversa. Quindi, informazioni indispensabili sempre in primo piano, accesso rapido alle funzionalità preferite, report, grafici e tabelle navigabili, in modo da avere sempre sotto controllo l’avanzamento delle attività e i KPI sull’andamento dello Studio.

Importante anche la copertura sulle attività di collaborazione, con clienti ma anche con colleghi. Con l’estensione Digital Box, diventa possibile condividere dati e informazioni. Euroconference aggiunge inoltre gli strumenti di lavoro e informazione quotidiani. News quotidiane in primo piano, scadenze fiscali e approfondimenti, sono accessibili da ogni contesto applicativo.

In entrambi i casi, si può prendere in considerazione l’opzione cloud. Dalle generali necessità di fatturazione, contabilità e adempimenti in materia di privacy, alle esigenze di settori specifici, quali ristorazione, esercizi commerciali, studi legali ed edilizia, si può affidare l’infrastruttura a TeamSystem, guadagnando spazi e risorse per le attività strategiche.

software

Passepartout

La verticalizzazione spinta è il punto di forza Passepartout. Prodotti e servizi sono pensati le esigenze di piccole medie imprese, attività commerciali, studi di commercialisti, oltre a settori come alberghi, ristoranti e beauty farm. Inoltre, tra i settori storici, hotel, ristoranti, negozi e centri estetici.

Praticamente, per ognuno di questi è previsto un pacchetto dedicato, a partire da Passcom, gestionale per coprire l’intero ciclo amministrativo dello studio di un commercialista, con possibilità di condividere l’applicazione con i propri clienti.

Come indica il nome, Menu è invece il software studiato e realizzato per le esigenze di ristoranti, pizzerie, self-service, bar, pub e tutte le attività del settore Food & Beverage. L’idea è andare oltre un semplice punto cassa, per gestire servizio, conto, scorte e clienti. Sulla stessa linea, Welcome si rivolte agli hotel, con  funzionalità necessarie a coordinare tutte le operazioni che si svolgono all’interno della struttura.

Per il commercio al dettaglio, c’è Retail. Considerata la varietà dei potenziali utenti, la flessibilità è un obbligo. È disponibile in versione MDO per catene o attività in franchising dotate di barriera cassa, con uno o più negozi o punti vendita.

Con Beauty, attenzione particolare per tutte le attività che si occupano di benessere e bellezza. Dietro al gestionale, anche una soluzione per organizzare attività dove il margine di errore sui tempi è ridotto al minimo.

Per tutti gli altri negozi, vale anche l’opzione, Ticketapp Express, il software dove oltre alla gestione del punto cassa, con il supporto per lo scontrino elettronico e i registratori telematici, si può contare su un supporto per magazzino, clienti, fornitori e incassi, con tutti gli strumenti necessari alla fatturazione.

Passepartout non rinuncia però a proporre una soluzione alle piccole imprese costruite sullo spirito del negozio. MexalUP aiuta a gestire contabilità, bilanci, acquisti, vendite e magazzino, con ampi margini di personalizzazione.

Formula

Per quanto ampio e articolato, in un gestionale è sempre importante valutare anche l’apertura all’integrazione con altri software presenti in azienda. L’attività di system integration è spesso decisiva nella buona riuscita dell’investimento e uno dei punti di forza storici di Gruppo Formula.

Anche se oggi il marchio è parte del più esteso Impresoft Group insieme a 4ward, Brainware e Qualitas Informatica, la missione originale resta invariata. Il risultato è proprio un’offerta integrata già in origine e pronta a migliorare l’efficienza dei processi.

Prodotto simbolo è il gestionale Diapason, oggi evoluto nella più completa piattaforma Diapason Technology Framework. Costruito sulla modalità Web, ogni anno prevede una nuova versione per garantire allineamento con browser, sistemi operativi e database. Una soluzione destinata alle aziende più articolate e dinamiche.

La piattaforma è pensata per riuscire a sfruttare le nuove funzioni di ogni rilascio e allo stesso tempo conservare le personalizzazioni del sistema in uso. L’idea è disaccoppiare l’evoluzione tecnologica dal contesto funzionale per garantire di salvaguardare nel tempo l’investimento tecnico e funzionale

Per la PMI è invece pensato Sage X3, versione localizzata di Sage, proposto al mercato sia tramite vendita diretta sia indiretta. L’idea è garantire pieno supporto ai processi aziendali, con un occhio però all’investimento, e soprattutto a non appesantire più del necessario le risorse IT. La sua natura internazionale lo rende inoltre adatto per gestire sedi in diversi Paesi.

Sage X3 è disegnato intorno all’utente, configurabile per ruoli. Presenta un’interfaccia touch con interfaccia di ricerca degli elementi contabili ispirata alla familiarità di Google. Inoltre, un editor grafico permette di disegnare i processi di business in forma grafica e accedervi. La visione estesa porta a generare azioni di follow-up, cicli di avvertimento e di convalida in base a qualsiasi evento e in base alle regole di gestione di eventi chiave o eccezionali.

Inaz

Due sono i punti forti sui quali Inaz ha costruito la propria offerta. Prima di tutto, un’esperienza difficile da superare, iniziata nel 1948 con le buste paga. Tante cose sono cambiate dall’epoca del cedolino, ma lo spirito di sviluppare soluzioni su misura per i tanti scenari del mercato italiano è rimasto invariato.

Ancora oggi, uno dei servizi più apprezzati è l’elaborazione buste paga. Dai semplici conteggi, oggi si è arrivati ad aggiungere business intelligence, fondi pensione, denunce fiscali, previdenziali e tutti i contratti nazionali e previdenziali. Diversi moduli inoltre permettono di andare oltre le funzioni  di base del gestionale.

HR Inaz si rivolge invece alla gestione delle risorse umane, per governare e ottimizzare il lavoro delle persone in azienda e lo sviluppo dell’organizzazione. In particolare, software a supporto di attività come la gestione presenza o la pianificazione dei turni, potenzialmente delicate per il rischio di errori o la quantità di tempo richiesta da un sistema non abbastanza efficiente. Non manca inoltre un modulo per la Business Intelligence, per analisi dinamiche e interattive a supporto alle decisioni.

Queste, come tutte le altre opzioni proposte da Inaz, sono proposte anche in modalità on service, dal semplice outsourcing fino alla totale esternalizzazione dei processi.

Sistemi

Garantire pieno supporto alle PMI su scala nazionale è già un’impresa non da poco quando si parla di assicurare integrazione, personalizzazione e assistenza di un gestionale. Sistemi però ha voluto spingersi oltre, per garantire supporto anche al frammentato ambiente degli studi professionali, fino ad arrivare alle Associazioni. Tre categorie di utenti, spesso accomunate solo dal presentare esigenze molto particolari, servite da una rete di un centinaio di partner per un totale di 1.700 tecnici.

Nel mondo delle piccole aziende, Sistema Impresa combina un insieme di soluzioni pensate per rispondere alle esigenze in materia di gestione, organizzazione delle attività produttive e controllo della redditività aziendale. Moduli in grado di svolgere mansioni dalle canoniche amministrazione e finanza, fiscalità e   risorse umane, fino alla gestione del ciclo produttivo.

Seguendo la stessa filosofia, Sistema Studio è un insieme di soluzioni pensate per gli studi professionali per digitalizzare i processi di gestione e di erogazione dei servizi. In ambienti del genere, le priorità sono semplicità operativa, integrazione e completezza delle informazioni. Il gestionale deve quindi essere di supporto per Servizi fiscali e legali, senza naturalmente dimenticare la fatturazione elettronica. Con in più strumenti di consulenza gestionale per le imprese e per le risorse umane.

Situazioni non molto diverse da quelle incontrate nel mondo delle associazioni, dove a parità di problemi si aggiunge però la necessità di strumenti capace di andare oltre la ricerca di un profitto. L’attenzione di Sistema Associazione in questo caso è finalizzata a gestire in modo integrato la struttura particolare, con la relativa produzione dei servizi agli associati.

Buffetti

Ai massimi livelli in termini di granularità dell’offerta si spinge Buffetti. Forte di una rete di punti vendita molto ramificata sul territorio, l’obiettivo è fornire soluzioni a misura di negozio, senza comunque trascurare l’opportunità di accompagnare le aziende nella crescita.

Al livello maggiore il punto di riferimento è eBridge Azienda, che comprende le aree magazzino, commerciale, contabile e fiscale. Un software modulare proprio per aiutare a scegliere le funzionalità specifiche utili in ogni situazione. Tenendo comunque aperte le possibilità di aggiungere nuovi moduli in qualsiasi momento.

In alternativa, Manager Up è lo strumento ideale per chi utilizza database relazionali. Una piattaforma gestionale client-server rivolta ad aziende commerciali, di servizi e di produzione. Costruito in ambiente Windows, è aperto ai più diffusi prodotti di office automation.

Da qui in avanti, Buffetti presenta una serie ampia come poche altre di software dedicati alla singola attività. Tre in particolare, a partire dalle aziende di autotrasporti con attenzione alla organizzazione della logistica, con costi e ricavi di ogni spedizione.

Il secondo riguarda la produzione e distribuzione di abbigliamento. Fashion Up aiuta a gestire anche le varianti taglie e colori nonché la fatturazione elettronica. Una soluzione pensata per governare sia la produzione sia la distribuzione all’ingrosso di capi di abbigliamento.

Infine, Maker Up dedicato alla produzione, dove le priorità sono verifica costante dell’andamento dell’attività, gestione della logistica e delle tempistiche di realizzazione prodotto. Dalla gestione dei materiali all’ottimizzazione delle unità produttive, le funzionalità sono studiate per puntare al risparmio sui tempi di produzione e, di conseguenza, un aumento dei ricavi.

 

1 COMMENTO

  1. CAri sigorni vi siente dimenticati di Rdvnetwork contabilitò fatturazione dichirazioni fiscali e invio telematico completamente in cloud dal 2013 del gruppo servizi cgn

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php