Sms sempre leader nei Mobile Vas

L’osservatorio del Politecnico di Milano mostra una faccia solo consumer del mercato che cresce con loghi e suonerie, giochi e messaggini

15 gennaio 2004 Il Politecnico
di Milano pubblica la consueta fotografia del mondo dei Mobile Vas e parla di
“rivoluzione ormai in atto”, anche se ammette qualche perplessità nella
stima totale del giro d'affari che nel 2003 supera i 400 milioni di euro. La
cifra significa una crescita del 60% rispetto allo scorso anno, ma
Michele Morganti, senior vice president marketing di Siemens
communication mobile, ricorda che altre indagini hanno calcolato 920 milioni di
euro per il solo primo semestre di quest'anno. A parte la diversità delle cifre,
l'indagine del Politecnico scatta un'istantanea che mostra un mercato solo in
versione consumer con servizi che vanno dalla vendita di loghi
e suonerie, ai wallpaper e ai giochi. Manca completamente, come ha rilevato
sempre Morganti, l'aspetto business con servizi relativi alla
localizzazione o a iniziative di Crm da parte delle aziende.


Il 64% del mercato rimane agli Sms, anche se si assiste a
una crescita dei servizi più innovativi come il microbrowsing
che si prende il 20% e i servizi di download che incidono per
il 14%. Scarso il peso degli Mms che valgono solo il 2% del
totale. Fra le tipologie di servizio vincono i servizi di infotainment
(informazione più entertainment) e quelli di personalizzazione che valgono
rispettivamente il 34 e il 27%. Seguono i servizi di comunicazione e community e
i giochi che valgono il 17 e il 15%. Interessante è anche l'apporto del
voting (legato soprattutto a programmi televisivi) che conta
per il 4%.


Negli Sms si assiste a una netta diminuzione del numero degli operatori che
passano da 340 a 140 per effetto soprattutto della chiusura dei servizi di molti
portali che si basavano sui dialer, mentre aumenta la rilevanza
dei numeri brevi per l'attivazione dei servizi e si assiste a una moderata
crescita della condivisione delle revenue fra carrier, content e service
provider.


L'aumento del peso delle media company tradizionali, del ruolo dei Wireless
application service provider, e una maggiore apertura dei carrier ai content e
ai service provider esterni sono i principali fenomeni evidenziati nel 2003,
mentre per il futuro il Politecnico stima una ulteriore
crescita degli Sms soprattutto per quanto riguarda i servizi di
infotainment, una crescita del browsing con maggiore spazio per i servizi a
pagamento e una forte crescita del download. Più incerta

la situazione mms e video “ancora alla ricerca di un ragionevole compromesso tra effettivo valore per l'utente e costo".

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here