Smartphone o notebook?

Secondo Idc, il mercato degli smartphone ha una crescita del 22% anno su anno a livello mondiale. Un settore che non va a sostituire l’impiego dei pc portatili. «Ho esperienza di alcune categorie di utenti mobili, quali, per esempio, i promotori finanz

Secondo Idc, il mercato degli smartphone ha una crescita del 22% anno su anno a livello mondiale. Un settore che non va a sostituire l'impiego dei pc portatili. «Ho esperienza di alcune categorie di utenti mobili, quali, per esempio, i promotori finanziari che usano entrambi i dispositivi - spiega Elena Vaciago, senior consultant di Idc -. Lo smartphone va a sostiture il cellulare e con un ruolo diverso che è talvolta anche di status symbol. Ma all'agente continua a servire il pc portatile per gestire la documentazione». Lo smartphone viene usato principalmente per l'e-mail e la messaggistica. «Più di rado per l'accesso a documenti e in ogni caso non con lo scopo di sostituire il notebook - continua Vaciago -. Semmai vediamo degli smartphone che talvolta vanno a sostituire i terminali specializzati in uso presso corrieri o altre categorie di utenti. Pur essendo meno pratici nell'uso e meno robusti dei terminali dedicati, hanno il vantaggio di costare molto meno». Vaciago fa l'esempio di Poste Italiane che ha recentemente indetto una gara per dotare di terminali mobili i postini per la gestione delle raccomandate. Ma ci sono anche applicazioni nella logistica, nella gestione del punto vendita per il controllo prezzi e via dicendo. Le funzioni usate non sono molto sofisticate, per cui c'è ancora spazio per nuove applicazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here