Smartphone e tablet, un’opportunità per le Pmi per uscire dalla crisi

Secondo un’indagine Zurich, sono passate dal 5 al 10 percento le piccole e medie imprese italiane che ritengono i dispositivi mobili utili per sviluppare nuovi canali di business.

Sono raddoppiate passando dal 5% al
10% le piccole e medie imprese che individuano
nelle nuove tecnologie un'opportunità per sviluppare nuovi
canli di  business.

È quanto emerge dal sondaggio internazionale Zurich 2013 sulle PM, in cui cellulari e tablet sono percepiti come driver strategici per
raggiungere una clientela sempre più numerosa: sono infatti oltre 29 milioni i
clienti finali in Italia che accedono a internet da mobile. In generale, il
mondo del web viene visto come una grande opportunità per sviluppare nuovi canali di business (13%) e intrattenere rapporti commerciali con l'estero.

Trovare nuovi segmenti di
clientela
è infatti una delle più importanti opportunità identificate dalle
piccole e medie imprese italiane (23%) per uscire dalla crisi e risultano
in crescita anche le aziende che avvertono nell'espansione verso
mercati esteri (11%)
un'occasione per sviluppare nuove strategie e ampliare
la propria attività.

Anche se il dato è in calo
rispetto al 2013, la riduzione di costi e spese (30%), si conferma in
Italia come l'opportunità ritenuta migliore per affrontare la congiuntura economica,
mentre aumentano le Pmi italiane che ritengono strategico per
sviluppare il proprio business, ottenere condizioni di credito interessanti
(23%).

Resta invariata la percentuale
di imprese che considera il cambiamento normativo/legislativo una
condizione favorevole per lo sviluppo (21%), mentre aumentano in Italia,
come a livello globale, le piccole medie imprese che non vedono alcuna opportunità
di crescita
(18%)

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here