Slack

Lo sviluppo di software aziendale richiede un’intensa attività di coordinamento e collaborazione e anche gli strumenti devono funzionare bene insieme e non operare in silos: a questo scopo, Slack ha annunciato una partnership strategica con Amazon Web Services (AWS) finalizzata a creare profonde integrazioni tra i due servizi.

Attraverso una serie di iniziative congiunte sui prodotti, Slack sta dunque collaborando con AWS per rendere più facile per i team grandi e distribuiti accedere alle app e alle informazioni che usano ogni giorno in Slack, in modo che tutti possano lavorare in modo più efficiente.

Slack ha annunciato che continuerà a usare AWS come provider cloud preferito e, al contempo, AWS adotterà Slack a livello di organizzazione per semplificare la team communication. Con l'ultima serie di aggiornamenti, le aziende hanno l’obiettivo di colmare i gap tra i rispettivi servizi al fine di rendere la user experience dell'utente finale ancora più fluida.

Slack AWS

L'integrazione AWS Chatbot lanciata di recente consente ai team di monitorare e utilizzare le risorse AWS nell’ambiente in cui stanno già lavorando: i canali di Slack. Questa integrazione consente ai team DevOps di eseguire attività operative AWS, inclusi monitoraggio, gestione del sistema e flussi di lavoro di deployment, il tutto all'interno di Slack.

In futuro, aggiunge Slack, lo strumento integrerà gli oltre 175 servizi di AWS, offrendo agli sviluppatori la possibilità di gestire tutti i loro servizi basati su cloud in Slack.

AWS

La nuova integrazione di Amazon AppFlow per Slack consente agli utenti di trasferire in modo sicuro i dati tra i servizi AWS e Slack in pochi clic, senza necessità di scrivere codice.

In pratica, ciò significa che gli utenti non devono più scaricare e caricare dati tra i sistemi, cosa che rallenta il lavoro e introduce errori. Che si stia analizzando le tendenze nel customer engagement o che si stia valutando le richieste interne di help desk, è ora possibile trasmettere le informazioni in modo rapido e sicuro tra i sistemi Slack e AWS.

Per eseguire flussi di dati su base regolare è possibile pianificarli in anticipo o attivarli tramite eventi aziendali specifici. Nei prossimi mesi, inoltre, nuove funzionalità consentiranno agli utenti di trasferire i dati in modo bidirezionale tra più canali Slack e servizi AWS in un unico flusso.

Slack AWS

Quando un problema complesso richiede una chiamata di gruppo, i team dipendono dagli strumenti di comunicazione vocale e video. Per garantire la migliore esperienza, ha reso noto ancora l’azienda, Slack Calls sta migrando sull'infrastruttura di comunicazione Amazon Chime. AWS fornirà presto funzionalità audio, video, meeting e condivisione dello schermo nelle chiamate Slack native.

A breve termine, non ci saranno cambiamenti visibili nella user experience mentre sul lungo termine questa migrazione consentirà a Slack di aggiungere nuove funzionalità, assicura l’azienda, quali il video mobile, in modo che gli utenti possano continuare a fare affidamento su Slack per le comunicazioni aziendali.

Le realtà enterprise si aspettano comprensibilmente il controllo sui dati sensibili condivisi in Slack, sottolinea ancora la società sviluppatrice del noto software di collaborazione aziendale. È questo il motivo per cui lo scorso anno Slack ha collaborato con AWS per offrire Enterprise Key Management (EKM). Slack EKM è un servizio che consente alle aziende clienti di utilizzare le proprie chiavi, archiviate nel Key Management Service di AWS, per cifrare messaggi e file.

Dal lancio di EKM, al servizio sono state aggiunte nuove funzionalità per offrire agli utenti ancora più visibilità e supervisione delle loro informazioni in Slack. Tra queste c’è EKM per Workflow Builder, un tool visuale che consente di creare flussi di lavoro personalizzati in Slack.

I clienti EKM che utilizzano Workflow Builder possono aspettarsi la crittografia completa di un flusso di lavoro, inclusi passaggi, messaggi, moduli, canali attivi e dati inviati o ricevuti. Ciò consente agli utenti di continuare ad automatizzare i processi di routine, soddisfacendo al contempo i requisiti di sicurezza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome