Sistri: riprendono i test. A novembre tocca alle Pmi

Confermata dal Ministero dell’Ambiente la fase di valutazione per il Sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi, che dovrebbe concludersi il 15 dicembre. Per il prossimo mese previsti test per le aziende con un minimo di 11 dipendenti.

Dal Ministero
dell’Ambiente arriva una secca smentita sulle voci che volevano in fase di
stallo il Sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi (Sistri).
Le affermazioni secondo le quali sono fermi i test sulla funzionalità del Sistri
non hanno alcun fondamento, si legge in una nota del Ministero stesso. Nota che
prosegue dicendo: non vi è alcun “impasse” e i test proseguono per concludersi,
come previsto dalla legge, entro il 15 dicembre.

Come emerso da una
riunione del Comitato di Vigilanza e Controllo sul Sistri (del quale fanno parte
le categorie interessate e il Ministero dell’Ambiente), dal 24 ottobre in poi
si svolgeranno 4 test su specifici aspetti, entro il 10 novembre un grande test
con le aziende con oltre 50 dipendenti cui ne seguirà, entro novembre, un altro
per le aziende da 11 a 50 dipendenti.

L’obiettivo è testare,
entro il termine fissato, tutti gli utenti Sistri per i quali il sistema
entrerà in funzione in febbraio. Naturalmente, precisa il Ministero
dell’Ambiente, è prevista l’individuazione di quegli eventuali correttivi che si
rendano necessari in base agli esiti delle sperimentazioni.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here