Home Prodotti Networking e TLC Sip Trunking, perché è la migliore tecnologia per far comunicare gli uffici

Sip Trunking, perché è la migliore tecnologia per far comunicare gli uffici

La connettività vocale è una componente fondamentale della comunicazione aziendale, in particolare di quelle con molte sedi distribuite, e ell’attuale mondo delle telecomunicazioni, la tecnologia SIP Trunking è considerata la soluzione principe per gestire chiamate tra i vari uffici, non importa quanto lontani tra loro.

Essere scettici circa la tecnologia SIP Trunking potrebbe rivelarsi un fattore negativo per l’operatività aziendale, che soffrirebbe per una gestione obsoleta delle comunicazioni vocali critiche.

Da esperto qual è, James McCall (nomen omen)- Director of Voice Product Management di GTT Communications prendere in considerazione le basi del Session Initiation Protocol (SIP) dimostrandoci che non c’è motivo di essere diffidenti nei confronti di questa tecnologia.

Le basi del Session Initiation Protocol

Il SIP Trunking è una tecnologia di tipo VoIP nativa basata su protocollo SIP che consente a un PBX (Private Branch Exchange) in sede o in hosting (o a un provider di sistemi telefonici cloud) di inviare e ricevere chiamate vocali tramite accesso IP.

Per farlo è possibile utilizzare Internet o una WAN privata. Le chiamate vocali vengono quindi trasmesse lungo le connessioni dati esistenti, quindi non è necessaria una linea separata.

Il termine trunk, spiega McCall, descrive l’aggregato di tutti i canali SIP (cioè la capacità di chiamate simultanee) in entrata e in uscita in un dato momento.

In teoria, non c’è limite al numero di canali all’interno di un trunk, ma enormi picchi di chiamate possono portare a una diminuzione della qualità su tutta la linea e generalmente è necessario pagare per ottenere una maggiore capacità del canale. Una gestione efficace della capacità può tutelare dai problemi di qualità.

Oggi la qualità delle chiamate SIP è allo stesso livello di quelle effettuate con linee analogiche o digitali legacy collegate alla rete telefonica pubblica (PSTN).

James McCall è Director of Voice Product Management di GTT Communications. La sua conoscenza delle reti vocali di nuova generazione nasce da 19 anni di esperienza nel settore vocale e SIP Trunking

Il percorso della tecnologia SIP Trunking

Quando la tecnologia SIP Trunking si è affacciata per la prima volta sul mercato alla fine degli anni 2000, osserva McCall, fu accolta con uno scetticismo maggiore di qualsiasi novità emerga oggi.

Gli ingegneri, abituati a linee e infrastrutture analogiche, non si fidavano del fatto che le tecnologia SIP operasse via Internet e prefiguravano basse prestazioni.

Alcune di queste iniziali preoccupazioni ebbero conferma, dal momento che la gran parte dell’infrastruttura Internet pubblica non era pronta per gestire la tecnologia SIP, e si verificarono non poche perdite di pacchetti, chiamate interrotte e altri problemi.

Ma lo sviluppo tecnologico ha reso inevitabile che l’infrastruttura Internet raggiungesse e in alcuni casi superasse quanto richiesto dalla tecnologia SIP.

Oggi una percentuale considerevole di aziende di medie e grandi dimensioni sta già utilizzando SIP Trunking, anche se non tutte lo usano per ogni loro necessità di comunicazione: IHS Markit ha affermato che le organizzazioni che impiegano la tecnologia SIP la utilizzano per circa il 48% della sua capacità.

Ma la tecnologia SIP Trunking è sulla buona strada per diventare potenzialmente il metodo principale utilizzato per le chiamate vocali, tanto che i provider in numerosi paesi stanno interrompendo le connessioni legacy e stanno praticamente costringendo gli utenti aziendali a passare a SIP.

I vantaggi del SIP Trunking

Gli utenti del SIP Trunking citano la flessibilità e l’economicità di questa tecnologia come i suoi vantaggi prevalenti.

La tecnologia SIP è molto meno vincolante rispetto all’infrastruttura di telefonia fisica in quanto regolarne la capacità è facile e veloce.

Altro vantaggio importante è la maggiore facilità di gestione complessiva: la migrazione SIP è più semplice che con i sistemi legacy e la sua attivazione può essere facilmente dimensionata in base alle esigenze.

E ancora, un vantaggio certamente non meno importante secondo McCall, è che l’implementazione di SIP Trunking garantisce all’azienda il supporto per l’integrazione con le piattaforme di comunicazione unificate di ultima generazione sul mercato.

Fugare i dubbi sulla tecnologia SIP

L’adozione di qualsiasi nuova tecnologia può essere scoraggiante. Senza voler sminuire le preoccupazioni che alcuni hanno riguardo alla tecnologia SIP, McCall le analizza una ad una.

Sicurezza: poiché SIP spesso implica una connessione a Internet pubblico, ecco un altro canale online attraverso il quale i malintenzionati possono potenzialmente infiltrarsi nella rete. La soluzione a questo potenziale problema è scegliere un provider in grado di supportare una forte crittografia dei canali in uscita su Internet. Si può anche optare per una soluzione MPLS (multiprotocol label switching) privata o SD-WAN (Software-Defined Wide Area Network) per comunicazioni SIP.

Inerzia: alcune aziende che non sono passate alla tecnologia SIP potrebbero essere vincolate da contratti di servizi di telefonia ancora lontani dalla scadenza o semplicemente essere soddisfatte della situazione di fatto. Tuttavia, come accennato in precedenza, i gestori telefonici potrebbero presto passare alla tecnologia SIP in alcuni paesi dove l’azienda ha una sede. In effetti un numero significativo di gestori lo ha già fatto, quindi è meglio eseguire la transizione ora che aspettare finché non si è costretti a farlo.

Costo: sostituire le vecchie apparecchiature con le nuove può essere una notevole spesa iniziale, soprattutto se si sostituisce un PBX. Inoltre, se il personale IT dell’azienda non ha esperienza della tecnologia SIP, potrebbe essere necessario investire in formazione o assumere nuovo personale. Nonostante questo, l’efficienza in termini di costi della tecnologia SIP a lungo termine dovrebbe mitigare questi problemi. I costi poi possono essere ridotti ulteriormente conservando le apparecchiature TDM esistenti (telefoni e così via), utilizzando un gateway da TDM a VoIP e centralizzando le apparecchiature vocali in due sedi principali.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php