SilverStream manda in pensione il vecchio motore di ricerca

La società ha anche iniziato il beta testing di due degli elementi principali dei propri servizi eXtend Web e del toolset di sviluppo Java.

SilverStream Software ha iniziato il beta testing di due degli elementi principali dei propri servizi eXtend Web e del toolset di sviluppo Java. I servizi Web permettono di spedire e ricevere dati via Xml sia in ambienti client-server, sia peer-to-peer. Composer 3.0 costruisce, così, servizi Web con la creazione in e out-going di documenti Xml, mappando Xml da vari campi all'interno delle applicazioni. Applicazioni che diverranno componenti Java, che potranno essere chiamati da un servizio Web. Composer fornirà ai clienti e ai partner della società l'accesso alle applicazioni legacy attraverso un ampio range di link Telnet, Html, Cics, 3270, 5250, Jms/Mq Series, Edi e Jdbc; oltre a fornire integrazione diretta con ogni package software che supporta un'interfaccia Xml. Director 3.0, il software per portali della società integra i servizi Web realizzati da Composer, assemblandoli e distribuendoli senza curarsi del dispositivo. Fa parte del recente annuncio anche la sostituzione del motore di ricerca proprietario con quello di Autonomy, serach engine "intelligente" che offre feature di ricerca concettuali al posto di quelle compiute sui termini. Composer 3.0 e Director 3.0 sono attualmente disponibili in beta release, mentre per la distribuzione sul mercato si parla di fine ottobre.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here