Siete l’Italia: non copiate Silicon Valley

Eric Schmidt a Roma annuncia l’impegno di Google per la nostra economia digitale. Forte l’impegno di Unioncamere: individuate 70mila potenziali aziende esportatrici

L'Italia ha un forte potenziale su Internet, ma non riesce a sfruttarlo. Visto che non ci riescono né lo Stato, né gli imprenditori locali, ci si proverà Google. E' quanto ha detto oggi Erich Schmidt, Ceo del colosso Usa, durante la nuova edizione di Big Tent, l'evento sulle tecnologie della Rete che si svolge a Roma.
Google investirà su tre punti: le eccellenze nascoste dell’Italia, le competenze digitali presso gli imprenditori e la transizione al digitale per mano dei giovani. Con una disoccupazione giovanile al 40%, certo l'opportunità di far qualcosa è grande.

Quando poi Schmidt ha consigliato agli italiani di non abbandonare le competenze del Made in Italy per imitare la Silicon Valley, a più di qualcuno nel settore delle start-up saranno fischiate le orecchie. Normalmente oggi l'economia digitale pesa direttamente per il 4% del Pil: se in Italia siamo solo alla metà, la prima cosa da fare è valorizzare quello che si ha già in casa.

Il braccio armato di questa iniziativa pare essere Unioncamere, rappresentata dal presidente Ferruccio Dardanello. “La scommessa che abbiamo davanti è quella di portare sulla platea globale, oltre 70mila imprese che abbiamo individuato come potenziali esportatrici”, ha detto Dardanello nel suo saluto. “L’Italia è la quinta potenza mondiale per valore dell’export”, ha poi ricordato: “meglio di noi solo Cina, Germania e Stati Uniti”.

Appena una settimana fa Unioncamere aveva siglato un accordo tecnologico con Microsoft. Nell'ambito della piattaforma digitalipercrescere.it, gli esperti del colosso di Redmond incontreranno imprenditori, manager e professionisti per raccontare le potenzialità dei dispositivi di nuova generazione e dei servizi di Cloud Computing. Sette le tappe previste nel 2013, ma altre sono in organizzazione nel 2014. Le iniziative rivolte alle aziende stanno rispondendo alle necessità del Paese.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here