Sicurezza in azienda: Utq di Cyberoam identifica gli utenti a rischio

semaforo_verdeSi chiama User Threat Quotient la funzionalità introdotta da Cyberoam per identificare gli utenti che presentano un rischio per la sicurezza aziendale e offrire agli It manager e ad aziende di ogni dimensione una serie di vantaggi.

User Threat Quotient sfrutta, infatti, le informazioni del traffico Web consentito e negato per categorie prescelte per determinare l’identità degli utenti mentre l’utilizzo di abitudini e schemi del comportamento umano consentono di prevedere e prevenire eventuali rischi e apportare, all’occorrenza, idonee azioni correttive.

Nello specifico, lo User Threat Quotient, che estende la tecnologia dell’azienda del Gruppo Sophos al Layer-8, equivale a un punteggio assegnato a ciascun utente a uso e consumo degli It manager, che possono monitorarne le attività sulla rete aziendale. Come risultato, diventa possibile approfondire le cause di pericolo e intraprendere azioni correttive per sensibilizzare i dipendenti che visitano inconsapevolmente un sito Web infettato da un malware, o che viene indotto a visitare un sito di phishing o che, ancora, naviga su un sito Web per adulti o su un sito di gioco d’azzardo esponendo l’azienda a rischi legali o di conformità.

In questo modo, gli It manager sono in grado di rimuove le complessità dell’analisi dei terabyte dei log per identificare i comportamento sospetti consentendo un’analisi della diffusione del rischio all’interno della rete.
La stessa che può ora essere realizzata anche dalle piccole e medie imprese senza il bisogno di investire in strumenti di Security Information and Event Management separati per individuare gli utenti a rischio.

Per tutti, infine, la possibilità di realizzare azioni correttive per predisporre un piano di politiche sui singoli utenti consapevoli di come Security Analytic e Security Intelligence sono diventate, a tutti gli effetti, aree di investimento chiave, al pari di cloud, virtualizzazione e mobilità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here