Google sicurezza

Con un post sul suo Security Blog, Google ha fatto sapere che, nell’ambito del Vulnerability Reward Program, l’azienda ha pagato oltre 6,5 milioni di dollari in premi ai ricercatori.

Una cifra, sottolinea la società di Mountain View, che rappresenta quasi il doppio del valore massimo che era mai stato pagato in un solo anno.

Il Vulnerability Reward Program (programma di ricompensa delle vulnerabilità) sono stati creati da Google per premiare i ricercatori che scoprono, e comunicano alla società, dei bug di sicurezza che hanno trovato.

Le scoperte di questi ricercatori che trovano falle precedentemente sconosciute, aiutano a proteggere i software e i servizi, e di conseguenza gli utenti che li usano e, in generale, l’intera Internet.

Dal 2010, Google ha via via ampliato l’ambito del Vulnerability Reward Program in modo da coprire ulteriori aree di prodotti, tra cui Chrome, Android così come popolari app di terze parti presenti su Google Play, aiutando in tal modo gli sviluppatori interessati a identificare e divulgare le vulnerabilità delle proprie app.

Google sicurezza

Da allora, Google ha informato di aver pagato oltre 21 milioni di dollari in premi del Vulnerability Reward Program.

Come mostra in modo chiaro il grafico fornito dalla stessa Google, il 2019 è stato un altro anno da record, per quanto riguarda i ricercatori e la loro attività nell’ambito del programma di Google.

Google sicurezza

Oltre che per il record di versamenti per più di 6,5 milioni di dollari in premi, anche perché i ricercatori, ha sottolineato Google, hanno deciso a loro volta di donare 500.000 dollari in beneficenza.

Anche in questo caso il 2019 ha fatto registrare un massimo storico: tale cifra ammonta infatti a 5 volte l'importo massimo che sia mai stato donato in precedenza, in un solo anno.

L’attività dei ricercatori del Vulnerability Reward Program si dimostra dunque, oltre che preziosa per la sicurezza informatica di tutti, anche per la generosità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome