Home Prodotti Sicurezza Sicurezza e resilienza informatica priorità per le aziende

Sicurezza e resilienza informatica priorità per le aziende

Donato Ceccomancini, Country Manager Infinidat Italia, spiega perché la resilienza informatica è il nuovo must have per le aziende e come backup e archiviazione dati siano fondamentali nelle strategie informatiche, e una delle priorità per i responsabili It.

La resilienza informatica è la capacità di prepararsi, proteggersi e reagire di fronte ad attacchi informatici. Quindi, utilizzare un approccio focalizzato sulla resilienza aiuta le aziende a ridurre l’impatto di questi attacchi, in quanto permette di protegge i dati e ripristinare rapidamente il sistema.

Negli ultimi anni, il mercato e le aziende si sono trovati a dover affrontare sfide senza precedenti, tra le quali l’aumento della criminalità informatica è una delle principali. Non è un segreto, infatti, che i cyber attacchi ormai costano alle aziende molto denaro.

Con queste premesse non sorprende che sia in un sondaggio KPMG sia in un sondaggio Fortune, entrambi condotti nel 2021, i CEO abbiano indicato la sicurezza informatica come la criticità numero uno per il proprio business.

Donato Ceccomancini, Country Manager Infinidat Italia
Donato Ceccomancini, Country Manager Infinidat Italia

Recentemente l’implementazione di strategie informatiche, che vanno oltre il livello di calcolo e di rete e che comprendono anche il backup e l’archiviazione dei dati, è diventata di primaria importanza per i responsabili It.

Infatti, se si è in grado di creare delle copie inattaccabili dei propri dati, rendendoli facilmente recuperabili in caso di attacco, la portata dell’attacco subito viene significativamente contenuta. Non va, però, sottovalutato che i criminali sono diventati sempre più esperti ed è molto probabile che per prima cosa andranno ad attaccare proprio i backup, per corromperli o addirittura disabilitarli.

Un piano di cyber sicurezza ben congeniato, quindi, non può limitarsi solo alla protezione della rete, ma deve svilupparsi su più livelli di protezione, comprendendo anche i dati, i backup e le persone che possono, volontariamente o non, essere fonte di preoccupazione per l’It.

In questo contesto, le soluzioni di storage enterprise di Infinidat, con la tecnologia InfiniSafe integrata sulle piattaforme InfiniGuard e InfiniBox, aiutano a soddisfare le necessità delle aziende moderne.

La tecnologia InfiniSafe, infatti, offre protezione informatica dell’intero ambiente dati, comprendendo storage primario e secondario/backup. Inoltre, è in grado di semplificare in modo sicuro i test e/o la convalida dei dati, consentendo di ripristinare l’intero repository di backup in pochi minuti (15 minuti o meno nella maggior parte dei casi), indipendentemente dalle loro dimensioni.

I quattro pilastri per la resilienza informatica

Questo perché InfiniSafe si basa sui quattro pilastri chiave per la resilienza informatica dello storage enterprise:

  1. Snapshot immutabili. Questa funzionalità permette di creare a cadenza periodica delle copie del proprio set di dati che non possano essere manomesse, modificate o eliminate fino alla data di scadenza assegnata. Nessun amministratore, utente o intruso può modificare queste snapshot immutabili. Tutte le soluzioni Infinidat offrono questa funzionalità, sia InfiniGuard che InfiniBox.
  2. Air Gap Logici. L’air gap (letteralmente “vuoto d’aria”) è una funzionalità che permette di creare una separazione completa tra l’ambiente dei propri dati e quello delle snapshot immutabili. La funzionalità di “air gap” logico permette di avere i due ambienti separati sulla stessa infrastruttura storage, senza rendere necessaria la duplicazione dei sistemi e dei dati.
  3. Rete separata/isolata per attività investigativa in caso di attacco. Prima del ripristino definitivo dei dati, è consigliabile effettuare dei test di verifica, meglio se in un ambiente protetto. La rete separata/isolata permette di realizzare ambienti sicuri per effettuare analisi investigative sul set di dati e/o di backup in modo da identificare la copia priva di malware o ransomware da ripristinare in tutta sicurezza. Una volta identificato un set di dati di backup senza malware o ransomware, questi possono essere recuperati in pochi minuti e resi completamente disponibili al software di backup per il ripristino, indipendentemente dal volume dei dati.
  4. Recupero quasi istantaneo. Oggi i dati rappresentano la risorsa più importante di qualsiasi organizzazione e la necessità di recuperarli tempestivamente in caso di violazione è diventato cruciale. Tempi lunghi di ripristino implicano gravi perdite per il business. Se si ha subito un attacco malware o ransomware, quindi, è essenziale capire in quanto tempo è possibile recuperare una copia di tutti i set di dati. InfiniSafe garantisce la possibilità di ripristinare un intero set di backup in pochi minuti, indipendentemente dalle dimensioni del repository.

Leggi tutti i nostri articoli sulla sicurezza

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php